Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Venezia Giulia Economica - 16/24 - CCIAA della Venezia Giulia

Punti Impresa Digitale (PID): operativi da settembre

19 Luglio 2018 | Di |

Dal mese di settembre saranno operativi gli uffici Punto Impresa Digitale (PID) previsti all’interno del Piano nazionale Impresa 4.0, intesi quali “strutture di servizio localizzate presso le Camere di Commercio e dedicate alla diffusione della cultura e alla pratica del digitale fra le micro, Piccole e medie imprese (Pmi) di tutti i settori economici”.

Per essere più vicina ai territori di competenza, la Camera Venezia Giulia, da sempre in prima linea nella creazione di servizi a favore delle imprese, ha deciso di istituire due sportelli: uno sito a Trieste ed uno a Gorizia.

Questi uffici vogliono essere i luoghi di primo orientamento nella comprensione e nell’utilizzo dei numerosi servizi digitali oggi sul mercato, allo scopo di favorire la crescita della consapevolezza “attiva” delle imprese sulle soluzioni possibili offerte dal digitale e sui loro benefici, ma anche sui rischi connessi al loro mancato utilizzo.

L’impatto sulla produzione sta nei termini delle “vecchie” logiche economiche: il processo incide sulla produttività, sui modelli di business delle imprese, oltre che sulle modalità di organizzazione della produzione, e dunque sulla formazione e qualificazione dell’intera forza lavoro, dal manager all’operaio della produzione. Dunque impatta sulla competitività e sulla capacità di stare nei mercati. Saranno operativi all’interno dei PID: il digital coordinator, che presidia il rapporto con le imprese e coordina i digital promoter, e i digital promoter stessi – uno operativo nel territorio di Trieste ed uno nel territorio di Gorizia – che svilupperanno azioni di promozione, comunicazione ed assistenza e svolgeranno l’attività di assessment assieme all’impresa. Le attività saranno svolte direttamente presso le aziende aderenti all’iniziativa e consistono principalmente nella:

– diffusione della conoscenza sui vantaggi derivanti da investimenti in tecnologie in ambito Industria 4.0 e dal Piano nazionale Industria 4.0;

– affiancamento nella comprensione della propria maturitàdigitale e nell’individuazione delle aree di intervento prioritarie;

– rafforzamento e diffusione delle competenze sulle tecnologie in ambito Impresa 4.0;

– orientamento verso le strutture di supporto alla trasformazionedigitale e i centri di trasferimento tecnologico;

– supporto nella realizzazione di progetti di ricerca industrialee sviluppo sperimentale.

Il Piano nazionale Impresa 4.0 (già Industria 4.0) varato dal Governo con la finalità di rendere la produzione industriale del tutto automatizzata e interconnessa, allo scopo di dare vita alla quarta rivoluzione industriale in Italia, costituisce un’importante occasione per tutte le aziende, perchè le nuove tecnologie digitali sono destinate ad avere un profondo impatto nelle attività correlate all’utilizzo dei dati, alla potenza di calcolo ed alla connettività, nella centralizzazione delle informazioni e nella loro conservazione; nell’analisi dei dati; nell’interazione tra uomo e macchina; nel passaggio dal “digitale” al “reale”. Questi uffici lavoreranno a stretto contatto con l’Unioncamere nazionale a cui è stato affidato il compito della certificazione dei Centri di trasferimento tecnologico. Tali Centri svolgeranno attività di formazione e consulenza tecnologica, nonché di erogazione di servizi di trasferimento tecnologico verso le imprese, negli ambiti di operatività individuati dal ministero. Tra questi, la manifattura additiva, la realtà aumentata, l’internet delle cose, il cloud, la cybersicurezza e l’analisi dei big data.

Per informazioni ARIES Società consortile a r.l. Area Creazione e Sviluppo d’Impresa, tel. 040 6701400

Davide Birsa

Albo Nazionale Gestori Ambientali del Fvg

19 Luglio 2018 | Di |

Nuova categoria 2-ter per raccolta e trasporto occasionale di metalli da Enti religiosi e associazioni di volontariato

Si svolgerà nella Stazione Marittima di Trieste, mercoledì 26 e giovedì 27 settembre, la seconda edizione di Euro BioHighTech, il salone dedicato all’innovazione nel biomedicale, nelle biotecnologie e nella bioinformatica nell’area dell’Europa Centro-Orientale e Balcanica. Un’ulteriore iniziativa che accompagna il percorso di avvicinamento della città a ESOF2020, dal momento che il Salone è stato riconosciuto evento proESOF.

Euro BioHighTech è un momento di confronto sui progetti di ricerca e sviluppo realizzati dalle imprese e dagli Enti di ricerca, nell’ambito di un settore in forte espansione e dal valore di un miliardo solo in Friuli Venezia Giulia.

Un’area espositiva riservata a imprese high-tech specializzate in ingegneria biomedica, diagnostica in-vivo e in-vitro, ad Università ed Enti di Ricerca, a Istituti Sanitari a Carattere Scientifico è affiancata dall’area convegnistica. Quest’anno, accanto alle presentazioni frontali, verrà dato ampio spazio alla presentazione di progetti di partenariato fra pubblico e privato, inerenti l’innovazione nel campo delle nuove tecnologie e prodotti e servizi per la smart-health, per il social-care e la medicina.

L’evento è organizzato da Camera di Commercio Venezia Giulia, dalla rete d’imprese BioHighTech-NET, dal CBM – Centro di Biomedicina Molecolare – Gestore del Cluster Smart Health FVG, e da Confindustria Venezia Giulia. www.eurobiohightech.it

Premiati – Rappresentanti e agenti di commercio

29 Giugno 2018 | Di |

Inizia l’attività lavorativa nel 1968 aprendo una azienda di produzione di antiparassitari antiparassitari e vendita di prodotti per animali di piccola taglia. Nel 1969 Luciano Signorelli entra a far parte del grande gruppo Bayer ed inizia un lungo cammino, durato 40 anni, come agente di commercio, occupandosi fra l’altro di lanciare la linea “Baysol” ed organizzando la rete vendita dello stesso prodotto. In questa azienda apporta tutta la sua esperienza, proponendo di creare una linea di piccole confezioni anche per la vendita al dettaglio, riuscendo così ad ampliare ulteriormente il mercato. Contemporaneamente al lavoro in Bayer SpA avvia il proprio negozio “Pollice verde” che si occupa di agraria in generale. È stato Presidente per l’Italia dei rappresentanti del settore arte e giardino. Personalità poliedrica ha affiancato al percorso lavorativo anche l’interesse sindacale e in ambito sportivo, ricoprendo inoltre ruoli di rilievo in Camera di Commercio, Confcommercio, Confidi e nel comitato regionale della Società Canottieri Timavo.