Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Il mondo dell’espresso fa rivivere Porto Vecchio

20 luglio 2018 | Di |

TRIESTESPRESSO 2018: DAL 25 AL 27 OTTOBRE RITORNA LA FIERA PROFESSIONALE INTERNAZIONALE BIENNALE PER GLI OPERATORI DEL CAFFÈ

I top brand e l’alta formazione nel settore del caffè: è il “menu” di TriestEspresso Expo, la fiera biennale riservata agli operatori del settore organizzata dalla Camera di Commercio Venezia Giulia, con la collaborazione dell’Associazione Caffè Trieste, che dal 25 al 27 ottobre torna per la sua nona edizione.

La fiera professionale in Porto Vecchio

Per la terza edizione consecutiva, TriestEspresso Expo animerà i magazzini del Porto Vecchio di Trieste, proprio quei magazzini 27 e 28 prospicienti alla Centrale Idrodinamica e al Magazzino 26. Un allestimento creato dalla Camera di Commercio per la prima volta nel 2014, quando formalmente riaprì le porte del Porto Vecchio alle attività commerciali. Ma la location di Porto Vecchio è significativa anche per un’ulteriore ragione: questi magazzini sono ambienti evocativi della lunga storia e competenza della città nel comparto caffeicolo, dal momento che quando il caffè iniziò a diffondersi davvero nella “Vecchia Europa” approdò anche a questi moli.

Trieste e il caffè – i video che la raccontano

È una storia di oltre 300 anni quella di Trieste nel comparto del caffè. E questa fiera biennale riservata ai professionisti è solo uno dei tanti volti che assume il caffè a Trieste. “Volti” e specializzazioni che TriestEspresso Expo ha scelto di raccontare in una serie di 10 mini-video. Con cadenza settimanale, sul sito www.triestespresso.it e sui relativi social, viene pubblicata una pillola che punta i riflettori su un micro- universo del caffè in cui si distingue la città. Già pubblicati i video sulle origini e sugli importatori di caffè crudo, e si proseguirà via via fino a settembre, con l’universo degli spedizionieri, dei torrefattori, della decaffeinizzazione, della ricerca scientifica, dei caffè storici, della formazione. Ovvero delle tante anime di una città che ama e lavora con il caffè da secoli.

12.500 visitatori da 83 Paesi per i migliori brand

Oggi TriestEspresso Expo è un appuntamento riservato al pubblico professionale internazionale, in cui il piatto forte è costituito dall’area espositiva in cui si susseguono circa 200 espositori, fra cui i principali brand di settore. Caratteristiche in grado di richiamare un pubblico di 12.500 visitatori professionali da 83 Paesi, questi i numeri dell’ultima edizione 2016, di cui il 38% proveniente dall’estero, con netta prevalenza dal Centro Est Europa. TriestEspresso Expo si conferma, infatti, piazza privilegiata per dialogare con i dinamici mercati di questi Paesi, da cui giunge una parte consistente del pubblico straniero (52% nel 2016).

Eventi collaterali

La nona edizione di TriestEspresso Expo sarà incentrata sulla competenza, grazie a un programma di eventi formativi di alto livello, e sull’innovazione. Un focus voluto anche in omaggio a ESOF2020.

La call per le start-up del caffè

Sul fronte dell’innovazione, TriestEspresso Expo ha lanciato una call rivolta alle startup del mondo del caffè e dei comparti attigui. La call mira a selezionare 4 start-up la cui attività possa rilevarsi utile all’industria del caffè. Il caffè, i suoi scarti o derivati possono, ma non necessariamente devono, essere la materia prima di progetti legati al packaging o il design, per citarne alcuni. Ma il progetto innovativo può riguardare una qualsiasi altra attività da mettere al servizio di questo comparto. Le 4 start-up dovranno presentare il proprio progetto entro il 20 agosto 2018. I criteri in base a cui saranno selezionati sono sostenibilità, rilevanza con il comparto del caffè, innovazione, applicabilità al mercato. I progetti più meritori otterranno una postazione espositiva all’interno del complesso fieristico per le tre giorni di manifestazione, entro un’isola dedicata all’innovazione. Non solo, le start-up saranno invitate a “svuotare il sacco”. “Spill the beans” è infatti il nome dell’evento collaterale che le vedrà protagoniste. Venerdì 26 ottobre, nella suggestiva location della Centrale Idrodinamica, edificio simbolo di archeologia industriale, le 4 start-up avranno 10 minuti ciascuna per presentare il proprio progetto. Ad ascoltarle 3 referenti a rappresentare un brand simbolo dell’industria del caffè, una banca, un’istituzione scientifica, oltre naturalmente al pubblico professionale della fiera.