Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Relazioni internazionali Archivi - Venezia Giulia Economica

Con SEI, sostegno all’export italiano

14 Marzo 2019 | Di |

Il progetto SEI – Sostegno all’Export dell’Italia si propone di sostenere l’impegno del sistema camerale nella realizzazione di iniziative orientate alla crescita (in termini numerici e di volume di affari) delle imprese italiane esportatrici, con l’obiettivo di favorire l’avvio sui mercati esteri delle aziende che oggi non esportano – pur avendone qualità, organizzazione e strumenti, ovvero rafforzare la presenza sui mercati esteri di quelle aziende che vi operano solo in maniera occasionale o limitata, contribuendo all’incremento e al consolidamento delle relative quote di export.

È rivolto a imprese che non hanno mai operato sui mercati esteri – pur avendo le caratteristiche per farlo o a imprese che solo sporadicamente hanno partecipato ad una era, ad una missione o a qualche iniziativa promozionale a carattere internazionale, senza tuttavia registrare un significativo impatto in termini di fatturato.

L’azienda che desidera verificare se rientra nella categoria di potenziale od occasionale esportatrice dovrà compilare un questionario on-line, seguendo le seguenti modalita:

a) accedere al sito www.sostegnoexport.it b) cliccare sul box “Sei un’impresa interessata all’estero?”
c) inserire la password: progettosei
d) compilare il questionario

Una volta elaborato il questionario, le imprese che saranno risultate potenziali od occasionali esportatrici, saranno ricontattate dall’export promoter camerale per definire assieme un percorso di check up dei fabbisogni dell’azienda, e di definizione dei mercati target.

Il progetto è gratuito e si concluderà a luglio 2019.
Per maggiori contatti: 040 6701335 sabi- na.drandich@ariestrieste.it

Interporto di Gorizia: i numeri

14 Marzo 2019 | Di |

Sdag, risultati 2018 e progetti per il 2019-Ideale piattaforma logistica collegata alla rete autostradale italiana e slovena

L’Interporto di Gorizia–SDAG situato al con ne con la Slovenia e collegato direttamente alla rete autostradale italiana e slovena, è una piattaforma logistica intermodale che si estende su un’area di 600.000 mq, di cui 43.000 mq di aree coperte, e offre una vasta gamma di servizi al commercio internazionale ed al trasporto su strada e su rotaia da e per i Paesi del Centro/Est Europa. Attualmente SDAG opera con i suoi 27 dipendenti, ma al suo interno sono insediate circa 50 aziende, in particolare case di spedizione, autotrasportatori e società di import/export per un totale di circa 200 dipendenti occupati. SDAG gestisce in conto terzi i magazzini e le celle frigo (rispettivamente ca. 10.000 mq e 5.000 mq), che vedono un’occupazione che oscilla tra il 90% e il 100% con una movimentazione annuale in ingresso di ca. 6.000 ton di merce secca e ca. 4.000 ton di merce refrigerata, a cui si deve aggiungere la merce gestita direttamente dai clienti in affitto in circa 13.000 mq. La clientela fa riferimento ai distretti industriali e agro-alimentari del Nord Est e della Slovenia, come punto di consolidamento per l’import/export verso i Balcani e l’Europa Orientale.

In un’ottica di specializzazione nella “Food Logistics”, grazie ad un investimento di oltre 3.000.000 di euro, sta infatti nascendo GOFOODLOG (Gorizia Food Logistics) con la realizzazione di 11 nuove celle da -30° a +15°, con una capacità di 4000 posti pallet in un’area di 5.000 mq, che verranno prossimamente inaugurate da SDAG.

A SDAG spa sono presenti ad oggi 550 stalli per la sosta dei mezzi pesanti. Nel 2018 hanno sostato 75.325 camion nei parcheggi a pagamento dell’interporto usufruendo dei relativi servizi accessori, quali l’infopoint, il bar, le docce ed i servizi igienici.
Il numero è andato in crescendo dagli ultimi anni, infatti nel 2014 si sono registrati 62.441, nel 2015 63.208 mentre nel 2016 71.941.

Questo aumento è direttamente proporzionale all’aumento del traffico di mezzi pesanti nell’autostrada A34 negli ultimi 5 anni: SDAG è attualmente membro di ESPORG (European Secure Parking Organization), che rappresenta a livello europeo ed internazionale i gestori di aree di parcheggio sicure e protette (Safe and Secure Parking Areas), ubicate lungo gli assi autostradali. ESPORG assiste infatti SDAG nell’implementazione del nuovo sistema di videosorveglianza e controllo accessi in Stazione Confinaria, no ad arrivare alla certificazione dei parcheggi come aree di parcheggio sicure e protette anche in un’ottica di una nuova regolamentazione europea. SDAG ha dunque lanciato il suo nuovo progetto che verrà implementato nel corso del 2019, che prende il nome di #safeandsecureparking. All’infopoint, sono state vendute un totale di 92.557 vignette autostradali slovene so- lamente nell’anno 2018, in forte crescita rispetto agli ultimi anni (2017 – 79.026, 2016 – 63.646, 2015 – 27.210). Mentre le vignette ungheresi hanno raggiunto nel 2018 un totale di 27.822, quasi 5.000 in più rispetto al 2017 (nel 2017 ne erano state vendute esattamente 22.296).

Il terminal intermodale di SDAG è collegato alla linea internazionale Gorizia-Nova Gorica e comprende: 5 aste di binario della lunghezza rispettiva di 500, 385, 385, 350 e 340 metri, 20.000 mq di piazzali operativi, 3.000 mq di magazzino coperto raccordato a doppia via di corsa stradale e ferroviaria; l’impianto è dotato di un sistema ROLA. Con la realizzazione della cd. “lunetta”, recentemente finanziata da RFI, il terminal potrà vedere compiuto il suo totale sviluppo attraverso il collegamento della linea ferroviaria Trieste-Udine alla linea internazionale Gorizia-Nova Gorica.

Cciaa della Nuova Alpe Adria: “Dichiarazione di Graz”

14 Marzo 2019 | Di |

Prosegue la collaborazione nella Nuova Alpe Adria delle realtà camerali del Friuli Venezia Giulia, in sinergia con la Regione. In particolare la città di Graz ha ospitato la Consulta dei Presidenti e delegati delle Camere di Commercio dell’area (da Fvg e Veneto, da Stiria, Carinzia, Slovenia e Croazia) che si sono riuniti per impostare linee di cooperazione, progettazione e attività comuni a tutti i territori coinvolti e riassunte nella cosiddetta “Dichiarazione di Graz”.

Per la Camera di Commercio di Pordenone-Udine era presente il consigliere Alessandro Tollon e per la Camera della Venezia Giulia il vicepresidente Gianluca Madriz (primo da sinistra nella foto). Assieme agli altri delegati, i rappresentanti del Fvg hanno siglato la Dichiarazione, documento che dettaglia le linee guida della cooperazione. Sarà la Consulta dei Presidenti l’organo impegnato a promuovere, coordinare e monitorare la realizzazione le attività del Network, orientate sulle tematiche prioritarie per i prossimi tre anni. “Tra queste – ha confermato Tollon – ci sono proprio questioni al centro dell’attività della Cciaa di PnUd, su cui sta promuovendo importanti progetti a livello territoriale e che potranno diventare comune scambio di esperienze all’interno del network internazionale, ossia l’orientamento al lavoro e alle professioni, la digitalizzazione del sistema imprenditoriale e i servizi online che la Pa rivolge alle imprese, nonché la miglior promozione del territorio, del turismo e della cultura”.

Come ha aggiunto Madriz, “un passo tangibile verso una sempre più forte collaborazione tra le Camere dell’area transfrontaliera Alpe Adria, che può essere di esempio alla stabilizzazione di un’Europa indecisa sulle scelte future. A latere della conferenza dei presidenti, di grande interesse è stata la visita al Talent Center della Camera stiriana che sviluppa un approccio estremamente innovativo nell’orientamento al lavoro”.

 

Con Mirabilia Network buyer internazionali a scoprire Grado e il Collio

21 Dicembre 2018 | Di |

 

 

 

 

Attraverso la partecipazione della Camera di Commercio Venezia Giulia all’Associazione Mirabilia Network sono arrivate nella Venezia Giulia due delegazioni composte rispettivamente da 5 buyer del Food & Drink e da 7 tour operator. Con percorsi diversi gli operatori hanno avuto modo di conoscere le opportunità offerte da Grado e dal Collio. Dal Castello di Spessa a Villa Russiz, alla Subida gli operatori internazionali provenienti da vari Paesi hanno toccato con mano le bellezze del territorio e l’eccellenza delle produzioni agroalimentari.

A Bruxelles, al parlamento delle Imprese, anche un’azienda di Gorizia

73 imprenditori italiani hanno potuto esporre alle istituzioni europee i temi strategici per lo sviluppo, fra cui un’impresa di Gorizia. Eurochambre – l’Associazione europea delle Camere di commercio – in collaborazione con Unioncamere e le singole Camere di Commercio – ha organizzato presso la sede di Bruxelles del Parlamento Europeo, la quinta edizione de “Il Parlamento Europeo delle Imprese”, iniziativa biennale con l’obiettivo di colmare il gap tra le istituzioni europee e gli imprenditori, i principali attori della crescita economica. Prima Sas, l’impresa di Gorizia che ha avuto un seggio al Parlamento Europeo per le imprese, è presente sul mercato con il marchio Mybest, ed è specializzata nella progettazione e produzione di prodotti esclusivi, in particolare sedute su misura per l’industria navale e civile. Marco Oddone, rappresentante dell’azienda, si è detto particolarmente soddisfatto dell’esperienza e di aver avuto la possibilità di intervenire nella discussione su tematiche come la carenza di personale qualificato, che è risultata la seconda tematica più significativa per i 50.000 partecipanti all’edizione 2018 dell’Eurochambres Economic Survey. Dato che riflette appieno l’impatto delle innovazioni tecnologiche, demografiche e socioeconomiche sulla richiesta di figure professionali. contrastare la disoccupazione giovanile.

Servizi rete EEN per le PMI

25 Settembre 2018 | Di |

Se cerchi contatti con nuovi partner commerciali o progettuali all’estero, la rete Enterprise Europe Network mette al tuo servizio la piattaforma https://marketplace.friendeurope.it/it/, in cui puoi cercare direttamente le richieste/offerte di prodotti e servizi di tuo interesse, e puoi scaricare e compilare il tuo company profile, che Aries ti aiuterà a diffondere gratuitamente nella sezione cerco/offro della rete EEN, che coinvolge oltre 600 contact points in tutto il mondo, favorendo la possibilità di partnership commerciali.

Per informazioni:
Area Internazionalizzazione
040 6701335

VENEZIA GIULIA, EUROPA lavori in corso

5 Febbraio 2018 | Di |

PROGRAMMA: Interreg V Italia Slovenia 2014-2020
PROGETTO: FISH-AGRO TECH CBC
CAPOFILA: Aries
Accompagnamento delle imprese della pesca-acquacoltura e agricoltura nei loro percorsi di innovazione, favorendo la nascita di aggregazioni transfrontaliere.

PROGRAMMA: Interreg V Italia Slovenia 2014-2020
PROGETTO: NUVOLAK 2
PARTNER: Aries
Potenziamento della piattaforma Mikrobiz.net con creazione e diffusione di opportunità per le imprese, sostenendone la competitività con innovazioni di marketing e di prodotto.

PROGRAMMA: Interreg V-A Italia-Austria-Bando 2017
PROGETTO: SCET-NET Senza Confini Education and Training Network
PARTNER PROGETTUALE: Aries
Cooperazione istituzionale per l’armonizzazione di normative in materia di formazione, per l’avvio di percorsi di scambio transfrontalieri per giovani dai 16 anni in su e il riconoscimento delle competenze acquisite.

EEN con le Pmi verso nuovi mercati

5 Febbraio 2018 | Di |

Vuoi internazionalizzarti? Attività dello sportello Enterprise Europe Network per le imprese che vogliono espandersi all’estero

Enterprise Europe Network è la più grande rete a supporto delle PMI a livello mondiale, finanziata dall’Unione Europea. E’ presente in più di 50 Paesi con oltre 600 contact point locali, strutturati in Consorzi. Aries, parte del Consorzio Friend Europe che opera in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, offre servizi gratuiti alle piccole e medie imprese delle province di Trieste e Gorizia che vogliono aumentare la loro competitività e aprirsi a nuovi mercati. I servizi: Valutazioni aziendali (assessment): servono a profilare l’azienda e il prodotto o il servizio che si vuole offrire o cercare sui mercati esteri. Il profilo, compilato con il supporto di personale Aries, viene caricato in forma anonima sul marketplace dell’EEN. In parallelo, viene effettuata una ricerca tra i profili esteri pubblicati sulla piattaforma, per verificare la presenza di possibili matching. Partecipazioni a eventi di brokeraggio: dedicati a PMI già mature per attività di internazionalizzazione o altamente specializzate, che desiderano trovare partner commerciali o progettuali. Possono partecipare a brokerage event organizzati dai partner EEN, spesso in concomitanza con le più importanti fiere internazionali di settore, articolati in incontri bilaterali preagendati con interlocutori esteri scelti tra i partecipanti. Supporto informativo di primo livello: dedicato a PMI che intendono approcciare nuovi mercati per la prima volta e necessitano di prime informazioni su come procedere. Per ulteriori informazioni: desk EEN di Aries, Area Internazionalizzazione e Politiche Comunitarie, email sabina.drandich@ariestrieste.it.