Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Qui Trieste, qui Gorizia Archivi - Venezia Giulia Economica

Sdag, sempre al passo con gli indirizzi comunitari

30 Aprile 2019 | Di |

SOSTA PROTETTA PER AUTOTRASPORTATORI E I LORO MEZZI
Grendene: <Potremmo fungere da modello per le altre realtà italiane già attive e per lo sviluppo di quelle emergenti>.

 

Interporto Gorizia – Sdag al passo con gli indirizzi comunitari per migliorare le condizioni di lavoro nel settore dell’autotrasporto. Parcheggio sicuro e protetto per gli autotrasportatori e una serie di servizi e attrezzature che ne possano rendere più confortevole il riposo, con standard predefiniti da individuare, sono le linee su cui Interporto Gorizia si sta muovendo.

Si è partiti da una proposta della Commissione Europea di qualche anno fa’ sul tema, divenuto sempre più rilevante anche per l’economia europea, tanto da redigere una bozza di regolamento europeo destinata a iniziare l’iter legislativo europeo che ad oggi prosegue nel Consiglio dell’Unione Europea.

<Il processo ha avuto un rapido sviluppo – commenta Giuliano Grendene, presidente di Interporto – negli ultimi due anni e nei primi giorni del mese di aprile c’è stata l’approvazione finale del testo del Regolamento da parte del Parlamento Europeo in first reading. Ora siamo in attesa del Consiglio

dell’Unione Europea, che deve proseguire nell’analisi dei contenuti, attualmente favorevoli per Sdag e procedere con l’approvazione o eventuali proposte di emendamento>.

<È indubbio che il nostro Interporto – prosegue – trarrebbe notevoli vantaggi competitivi da questa proposta, in quanto è una delle uniche aree a livello nazionale posizionata direttamente sull’asse autostradale, che rispetta quasi completamente tutti i requisiti per classificarsi già come Dedicated Parking Area (Dpa), ma non solo. E in quanto già membro di European Safe and Secure Parking Organization (Esporg), Sdag partirebbe da una posizione di vantaggio>.

Va infatti rilevato che per l’Interporto di Gorizia è già iniziata la procedura per ottenere una certificazione tramite Esporg come area di parcheggio sicura e protetta per i mezzi pesanti. Un percorso articolato che già a giugno vede programmato il primo step, con la presenza dei tecnici dell’organizzazione per fare le prime verifiche tecniche.

<L’auspicio – conclude Grendene – è quello che l’iter legislativo europeo proceda agevolmente e rapidamente come previsto, in modo che Sdag possa beneficiare dei contenuti inclusi nel Regolamento Europeo ed essere uno dei pochi Interporti in Italia già pronti a soddisfare tutte le caratteristiche richieste. Potremmo fungere da modello per le altre realtà italiane già attive e per lo sviluppo di quelle emergenti>.

 

Venezia Giulia, un territorio che fa gioco di squadra

30 Aprile 2019 | Di |

IN UN CONTINUO CONFRONTO E DIALOGO CON LE ISTITUZIONI L’ENTE CAMERALE STA PORTANDO AVANTI PROGETTI A SUPPORTO DEI VARI SETTORI PRODUTTIVI CHE CARATTERIZZANO IL TERRITORIO DELLE EX PROVINCE DI TRIESTE E GORIZIA. SI OPERA FACENDO SINTESI TRA LE ECCELLENZE DEI TERRITORI CERCANDO CIO’ CHE UNISCE A DISPETTO DI CIO’ CHE DIVIDE, PUNTANDO A UNA CRESCITA ARMONICA CAPACE DI VALORIZZARE QUANTO DI BUONO PUO’ ESSERE MESSO A SISTEMA.

 

Venezia Giulia, un territorio che fa gioco di squadra. Avevamo cominciato a fine ottobre del 2016 questo cammino, unendo due territori – le ex province di Trieste e Gorizia – che per molti aspetti viaggiavano su binari paralleli. Ora, invece, sono più i punti di incontro, che quelli ancora inespressi congiuntamente. Grazie a un dialogo continuo con le Istituzioni, agli indirizzi del Consiglio camerale, alla condivisione esecutiva della Giunta e alla regia amministrativa del segretario generale, Pierluigi Medeot, i territori si conoscono e lavorano assieme condividendo i propri numeri e mettendoli al servizio della Venezia Giulia.

Pensiamo, ad esempio, al turismo: grazie al supporto di Promoturismo Fvg e dei vari Consorzi di sviluppo agroalimentare, la sinergia tra Trieste, Grado, Collio, Carso e Gorizia è crescente. Stiamo operando con la logica del territorio unico anche come promozione di pacchetti turistici: le singole località da sole, infatti, farebbero maggiore fatica a calamitare il turista moderno, interessato a vacanze brevi ma dinamiche, che vede nella mobilità e nell’offerta variegata il motivo della programmazione di una visita.

Con Monfalcone stiamo premendo sull’acceleratore della nautica e della navalmeccanica, della portualità e dello sviluppo industriale, a supporto di iniziative imprenditoriali e istituzionali per far sì che i settori siano sempre più solidi e con prospettive di lunga durata. Con l’organizzazione diretta la progettualità camerale si è espresa, tra le altre, anche in iniziative come il Syat (Ship and Yacht advanced technology), che hanno fatto di Grado la vetrina delle tecnologie marittime innovative per la mobilità dei passeggeri applicata a navi e infrastrutture; oppure la Venezia Giulia Collio Cup che ha consentito al Collio e ai suoi vini di diventare i protagonisti della più famosa regata a vela del mondo, la Coppa d’Autunno – Barcolana.

La logistica regionale vede nella Venezia Giulia un attore fondamentale, con una sempre maggiore integrazione tra gli scali di Trieste e Monfalcone, gli Interporti di Trieste e di Gorizia-Sdag (che potete ormai conoscere meglio mensilmente sulle pagine di Vge). Con il Comune di Gorizia stiamo lavorando ad alcuni progetti condivisi che puntano a riconfigurare l’attrattività economica, turistica e commerciale della città, con quello di Cormòns all’avvio della realizzazione del Centro valorizzazione e promozione del Collio, che sarà il luogo dove la promozione e l’accoglienza troveranno concretezza nella presentazione anche delle eccellenze agroalimentari e vitivinicole, in stretto collegamento con la valida realtà dell’enoteca già presente e attiva.

La crescente integrazione all’interno della Venezia Giulia sta proseguendo nei più svariati ambiti: dai Consorzi di Sviluppo Industriale, ai Consorzi di garanzia Fidi, al comparto delle fiere specializzate, della promozione del territorio e delle proprie eccellenze, si lavora con l’obiettivo di essere sempre più attori funzionali alla crescita armonica del Friuli Venezia Giulia. Ricercare ciò che unisce piuttosto che fermarsi ad osservare ciò che divide: è questa la filosofia che quotidianamente sta alla base delle azioni del sistema Camera di Commercio Venezia Giulia, nel quale all’Ente Camerale si affianca l’operatività delle aziende speciali Porto di Monfalcone, Zona Franca Gorizia, gestione Fondo Gorizia e dell’azienda in house Aries

Nella foto Bumbaca – il Castello di Spessa a Capriva

di Antonio Paoletti

Presidente della Cciaa Vg

Brindisi a imprese e territorio a palazzo de Bassa a Gorizia

21 Dicembre 2018 | Di |

Presenti molte autorità e i rappresentanti di categoria dei comparti economici e sociali impegnati nelle sfide quotidiane

Un augurio alla Venezia Giulia e al suo futuro economico e sociale. Questo il tema conduttore dell’incontro a Palazzo de Bassa di Gorizia, in occasione dello scambio degli auguri con le autorità e le categorie economiche organizzato dalla Camera di Commercio Venezia Giulia. Un momento particolarmente sentito e partecipato a cui hanno preso parte rappresentanti delle istituzioni, dell’economia e della società civile. A portare il saluto dell’Ente camerale il presidente Antonio Paoletti, il vice Gianluca Madriz e il segretario generale Pierluigi Medeot, mentre per la città di Gorizia sono intevenuti il sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna e il Prefetto, Massimo Marchesiello.

Il presidente Paoletti ha rilevato quanto il lavoro svolto negli ultimi due anni sia riuscito a creare “quella sintonia necessaria tra la Cciaa Vg e le istituzioni del territorio della Venezia Giulia per creare una forte collaborazione funzionale alla crescita coordinata e in rete di infrastrutture e imprese”. Dello stesso avviso il vice presidente Gianluca Madriz che ha rilevato e sostenuto la bontà della scelta di accorpare le due Camere di Commercio di Trieste e Gorizia con un dialogo in tal senso “avviato già nell’ormai lontano 2013, proprio per l’omogeneità geo-economica che ha sempre contraddistinto queste terre”.

Una “macchina” quella della Cciaa Vg messa punto nel suo funzionamento dal segretario generale Pierluigi Medeot e “che ormai – sono le sue parole – ha iniziato a esprimere le proprie potenzialità in modo coordinato, dopo un percorso organizzativo che consente ora di garantire maggiori servizi da parte di tutto il Sistema Cciaa Vg, che comprende anche le aziende speciali e l’azienda in house Aries”.

“La condivisione dei percorsi da completare e intraprendere è a 360 gradi”. Non ha avuto dubbi il sindaco Rodolfo Ziberna, nel sottolineare nel proprio indirizzo di saluto anche “l’intesa e la condivisione degli obiettivi tra il Municipio e l’Ente camerale, nella tutela degli interessi delle imprese e dei cittadini, di un territorio esteso che ha incredibili potenzialità”.

A garantire il massimo supporto per quanto di competenza, il Prefetto di Gorizia, Massimo Marchesiello, convinto con piacere di far parte “di una squadra che lavora nell’interesse della comunità economica e sociale di riferimento”.

All’incontro hanno preso parte i rappresentanti delle associazioni di categoria economiche e sociali del territorio della Venezia Giulia e numerose autorità quali Diego Bernardis, Consigliere Regionale; Giacomo Borruso, Presidente Interporto di Trieste; Alessandro Carboni, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Gorizia; Annamaria Cisint, Sindaco di Monfalcone; Luigi Di Ruscio, Vice Questore di Gorizia; Ivan Guarino Vice Comandante dei Vigili del Fuoco di Gorizia; Nevenka Grdinic, Console Generale della Repubblica di Croazia a Trieste; Roberta De Martin, Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia; Andrea Missio, Comandante della Compagnia Carabinieri di Gorizia; Diego Moretti, Consigliere Regionale; Guido Germano Pettarin, Deputato; Gen. Vincenzo Procacci, Comandante della Legione dei Carabinieri Friuli Venezia Giulia; Col. Giovanni Sardella, Comandante del Nucleo di polizia tributaria di Gorizia; Emilio Sgarlata, Presidente Consorzio per lo Sviluppo del Polo Universitario di Gorizia; Cf (Cp)Maurizio Vitale, Comandante della Capitaneria di Porto di Monfalcone; Daniele Luis, Direttore Consorzio di Bonifica Pianura Isontina; Michela Cecotti, Presidente Isig; Robert Princic, Presidente Consorzio Collio; Roberto Felcaro, Sindaco di Cormons; Enrico Benella, Assessore Comune di Fogliano Redipuglia; Elisabetta Feresin, Sindaco di Mossa; Umberto Colombo, Sindaco di Moraro; Marta Bonessi, Assessore Comune di Ronchi dei Legionari; Marco Vittori, Sindaco di Sagrado; Claudio Deffendi, Sindaco di Villesse; Giuliano Grendene, Presidente Sdag.

Mercato del lavoro con il segno (+)

24 Aprile 2018 | Di |

A CURA DELL’UFFICIO STATISTICA
A Gorizia crescono le donne e diminuiscono gli uomini

Secondo i dati diffusi dall’Istat nel 2017 le forze di lavoro (occupati + persone in cerca di occupazione) sono aumentate in provincia di Gorizia di circa 800 unità e in provincia di Trieste di circa 500; nella provincia isontina, peraltro, il risultato deriva dalla combinazione di un calo della parte maschile (-700) più che compensato da un rilevante aumento (+1.500) della parte femminile. L’occupazione comples­siva è aumentata in entrambe le provin­ce, +600 per Gorizia (ma con gli uomini in pesante regresso) e +2.600 per Trieste. I disoccupati (persone in cerca di occupa­zione) nel complesso sono aumentati di 200 unità a Gorizia e diminuiti di 1.900 a Trieste. Al di là di considerazioni sul­la qualità dell’occupazione, non desu­mibili da questi dati, rispetto al 2016 la situazione appare dunque notevolmente migliorata a Trieste mentre a Gorizia de­sta preoccupazione la situazione relativa agli uomini (1.000 occupati in meno e 400 inattivi in più, in questo aggregato rien­trano anche i cosiddetti “scoraggiati” che neppure cercano un’occupazione).

Il grafico evidenzia l’andamento del tasso di disoccupazione complessivo per Trieste, Gorizia e Italia nell’ultimo quadriennio. I tassi provinciali risultano ben inferiori al tasso nazionale, per Trieste il tasso attua­le risulta al livello più basso (6,0%) men­tre Gorizia raggiunge il 9,4%.

Roberto Zavan

APPUNTAMENTI FEBBRAIO

5 Febbraio 2018 | Di |

7 febbraio ore 14.00

OT24 INAIL: STRUMENTO DI RISPARMIO PER CHI INVESTE IN SICUREZZA
SALA MAGGIORE – SEDE DI TRIESTE
Giornata informativa sul contenuto e sulle modalità di corretta compilazione delle richieste di sconto premiale (Modulo OT24 2018), organizzata dalla Direzione regionale Inail Fvg.

19 febbraio ore 10.00

IL PORTALE DEI PREZZI: NUOVO SERVIZIO CAMERALE
SALA RITTER – SEDE GORIZIA
La Camera di Commercio Venezia Giulia presenterà i nuovi servizi per le imprese: Energia Pmi, il portale che mette a confronto i prezzi e le condizioni applicate nei contratti di fornitura di energia elettrica, e l’aggiornamento 2017 del Tasp (Tariffe Servizi Pubblici), la piattaforma telematica grazie alla quale un’impresa può calcolare la spesa per il servizio di igiene urbana nel proprio Comune.

Informazioni e iscrizioni: promozione@vg.camcom.it

Dal 1° febbraio

È ATTIVO L’UFFICIO DISTACCATO DI CONCILIAZIONE DELLA CCIAA VG
PALAZZO DI GIUSTIZIA DI TRIESTE FORO ULPIANO, 1, TERZO PIANO STANZA 387
(ORARIO 8.30 – 12.30)