Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Aries Archivi - Pagina 3 di 4 - Venezia Giulia Economica

PMI e innovazione: progetto Blue Economy

25 Settembre 2018 | Di |

Al via a settembre le iniziative regionali del progetto internazionale Blue_Boost mirate a supportare il potenziale di crescita delle PMI attive nei settori tradizionali o innovativi del mare tramite l’incontro tra la domanda di innovazione e fornitori di soluzioni, fino alla erogazione di voucher per l’innovazione. Le iniziative si apriranno con un laboratorio per le PMI interessate ad esprimere fabbisogni di innovazione e a trovare partner con cui svilupparli. Si prosegue, nel mese di novembre, con un primo incontro tra le PMI e i potenziali fornitori di soluzioni ai fabbisogni più promettenti espressi. A seguire, nei primi mesi del 2019 dopo una “48 ore di innovazione”, le aziende del FVG avranno l’opportunità di partecipare ad un incontro B2B internazionale con aziende provenienti da Grecia, Albania, Croazia e dalle regioni italiane Marche e Puglia, nonché di partecipare a visite di settore nei territori menzionati.

In parallelo agli incontri tra le aziende, sarà aperto un bando per l’assegnazione di voucher per l’innovazione, a cui potranno candidarsi le aziende fornitrici di soluzione innovative, che saranno erogati a partire dall’estate del 2019. Di seguito i prossimi laboratori tematici:

  1. [Protezione costiera] tutela ambientale marino costiera, pulizia degli specchi acquei in prossimità di porti, marina, stabilimenti balneari e gestione preventiva di eventuali emergenze ambientali, – TRIESTE, 28 SETTEMBRE;
  2. [Costruzione nautica] costruzione, manutenzione e refitting di imbarcazioni con introduzione di materiali di costruzione ecocompatibili e di soluzioni tecnologiche volte a ridurre l’impatto ambientale e/o migliorare le performances dell’imbarcazione – MONFALCONE, 3 OTTOBRE;
  3. [Trasporto marittimo] servizi di trasporto interregionali – breve o medio raggio – e mezzi di trasporto merci e passeggeri ad elevata sostenibilità ambientale – MONFALCONE, 3 OTTOBRE.

Per maggiori informazioni:
tel. 040 6701220/404
mail: promo@ariestrieste.it

Alternanza scuola lavoro protagonista a Monfalcone

3 Maggio 2018 | Di |

 

 

L’alternanza scuola lavoro protagonista questa mattina nel Teatro di Monfalcone all’evento organizzato dal Comune – presente il sindaco Anna Cisint –  in collaborazione con Fincantieri, Camera di Commercio Venezia Giulia, Confindustria Venezia Giulia, Associazione artigiani, Cna e l’Ufficio scolastico provinciale e che ha coinvolto oltre 300 studenti delle scuole medie superiori. In particolare evidenza anche il nuovo ruolo assegnato al Sistema Camerale italiano dalla  legge di riforma. Alle Camere spetta ora la funzione di orientamento al lavoro e alle professioni anche mediante la collaborazione con i soggetti pubblici e privati competenti. <Come Camera di Commercio Venezia Giulia – ha commentato il vicepresidente, Gianluca Madriz – abbiamo ereditato le funzioni della Provincia e proseguiamo con la nostra azienda speciale Aries nell’organizzazione del Salone dell’Alternanza Scuola Lavoro e delle professioni, nella creazione di percorsi di alternanza transfrontaliera con l’Austria, mettendo a disposizione di Enti, imprese e scuole il Registro nazionale dell’alternanza scuola-lavoro. Si tratta di un Registro consultabile online, che serve  a far incontrare “virtualmente” imprese e istituti scolastici per trovare i percorsi adatti ai propri studenti>.

Aries a YARE con le imprese per la promozione di Trieste nel settore dei Superyacht

20 Aprile 2018 | Di |

 

 

 

Aries Camera di Commercio Venezia Giulia presente in questi giorni con le imprese a Viareggio (Lucca) allo YARE – Yachting aftersales e refit experience,  giunto  alla sua 8.a edizione, diventato uno dei principali appuntamenti per il settore del Superyacht, dove con una formula molto snella è possibile incontrare molti capitani di megayacht attraverso una agenda personalizzata di incontri, oltre che partecipare a  momenti di networking e di apporfondimento sullo stato dell’arte del settore megayacht nel mondo e workshop tecnici su gestione della barca e della commessa refit . Il “corner Trieste” allestito da Aries con il contributo dei fondi Pisus-Piano di Sviluppo Urbano Sostenibile Intervento B8 – Azioni a sostegno del marketing turistico e calendarizzazione eventi, è stato di supporto  al la rete di imprese TRS – Trieste refitting System, Cartubi e Fincantieri.

Gruppo di azione costiera Flag-Gac Fvg: al Villaggio del Pescatore lo Sportello per gli operatori

13 Aprile 2018 | Di |

 

 

Proseguono le attività del Gruppo di azione costiera Flag-Gac Fvg, con Aries Camera di Commercio Venezia Giulia capofila di un partenariato con i Comuni dell’area costiera del Friuli Venezia Giulia (Duino-Aurisina, Grado e Marano Lagunare), associazioni  di categoria del comparto pesca, realtà della tutela ambientale e del turismo.

Nell’ambito di tali azioni si colloca  l’inaugurazione di questa mattina al Villaggio del Pescatore (Comune di Duino-Aurisina) dello Sportello territoriale del Comune di Duino-Aurisina, che permetterà agli operatori della pesca e di attività ad essa connesse, di confrontarsi sul posto dove operano con il Flag-Gac Fvg, in tema di proposte progettuali e  finanziamenti previsti dal piano d’azione del Flag stesso ma anche da altre linee del Fondo Europeo attività marittime e pesca (Feamp). E’ il terzo sportello aperto, dopo Grado e Marano Lagunare, così,  comprendendo la sede di Aries a Trieste, tutto l’arco costiero regionale è servito. Alla cerimonia hanno preso parte il presidente del Flag-Gac Fvg, Antonio Paoletti, il sindaco di Duino-Aurisina, Daniela Pallotta, l’assessore all’Ambiente, Andrea Humar, il coordinatore del piano d’azione Flag-Gac Fvg, Giovanni Dean (nella foto al taglio del nastro nell’ufficio) e i rappresentanti del settore della pesca.

A fine marzo Trieste e il Friuli Venezia Giulia sono stati al centro del dibattito nazionale dei Flag-Gac (Gruppi di Azione Costiera) della Penisola, ospitando il secondo seminario nazionale organizzato dall’Autorità di gestione del programma operativo Feamp (Fondo per la politica marittima dell’Unione Europea) del Ministero delle Politiche  agricole alimentari e forestali (Mipaaf).

<I Flag italiani – ha ricordato il presidente del Flag-Gac Fvg, Antonio Paoletti – e i rappresentanti dell’Autorità di gestione del Mipaaf  hanno toccato con mano nella visita di studio la bontà delle attività realizzate con la precedente programmazione europea. E proprio al Villaggio del Pescatore ai rappresentanti italiani dei Flag sono stati illustrati gli interventi realizzati in oltre 15 anni di gestione di progetti europei su pesca e mitilicoltura dalla Camera di Commercio e fatto vedere il primo ittiturismo aperto in Italia dalla famiglia Minca nel 2002. Sono stati, infatti, valutati positivamente nel corso della visite – ha concluso Antonio Paoletti  – gli interventi realizzati nell’ambito della priorità 4 sullo Sviluppo Locale  negli scorsi anni, attività considerate virtuose. In particolare per quanto riguarda il Comune di Duino-Aurisina con la programmazione 2007-2013, poi conclusa come attività nel 2015, è stato realizzato un intervento per la delimitazione a mare del Parco delle Falesie e la posa di aggregatori ittici sotto gli impianti di mitilicoltuta. Impianti di mitilicoltura le cui produzioni che con la nuova programmazione 2014-2020 saranno ulteriormente valorizzate attraverso un importante intervento volto a garantire maggiore salubrità delle produzioni di moluschi bivalvi di tutta la costa regionale>.

Che la pesca sia un tassello importate per Duino-Aurisina lo ha confermato il sindaco Daniela Pallotta che ha voluto evidenziare <quanto questi interventi siano fondamentali per mantenere questa attività economica e questa tradizione in particolare al Villaggio del Pescatore, favorendo il passaggio generazionale e garantendo uno sviluppo del fare impresa nel settore>.

<Passaggio generazionale – ha rilevato l’assessore comnale all’Ambiente, Andrea Humar – che ormai nel settore agricolo è spesso garantito con l’apertura di nuove attività da parte dei giovani, mentre invece per quanto riquarda la pesca spesso tutto ciò non avviene. La pesca e l’acquacultura fanno parte della nostra tradizione e attraverso le azioni del Flag-Gac anche noi come Comune faremo la nostra parte per garantirle e inventivarle>.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

10 Aprile 2018 | Di |

Partenza ufficiale, questa mattina, nella sala Maggiore della Camera di Commercio Venezia Giulia del Progetto “Fish-Agro Tech CBC Pesca-agricoltura: partecipazione e innovazione transfrontaliera”, a valere sul Programma Interreg Italia Slovenia e cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e di cui Aries – Camera di Commercio Venezia Giulia è capofila.

Con il convegno “Pesca e agricoltura: l’approccio partecipativo all’innovazione transfrontaliera” sono state introdotte le  opportunità dell’innovazione, con la partecipazione di importanti realtà dell’open innovation e delle comunità locali, presentando best practice nel settore pesca-acquacoltura e agricoltura.

L’obiettivo è creare una riflessione sui fabbisogni e sulle possibilità di innovazione, sopratutto da parte delle imprese, per creare una sinergia con i produttori/portatori dell’innovazione stessa, in vista delle prossime attività di accompagnamento delle imprese nella realizzazione di attività pilota e di progetti di innovazione condivisi.

Il progetto Fish-Agro Tech CBC, la cui attuazione si protrarrà fino al 31 dicembre 2019, verrà sviluppato da Aries, struttura capofila, congiuntamente ai partner italiani Area Science Park e GAL Carso-LAS Kras e ai partner sloveni Parco Tecnologico di Lubiana, Camera per l’Economia della Primorska (Capodistria), Istituto Nazionale di Biologia. Quale partner associato collaborerà il Gruppo di Azione Locale LAS Istre.

<Con questo incontro – ha detto Patrizia Andolfatto, direttore di Aries –  abbiamo messo in atto il primo obiettivo del progetto, ovvero quello di coinvolgere imprese, associazioni, istituzioni scientifiche e della ricerca e le comunità locali legate alla pesca-acquacoltura e agricoltura. Utilizzando un approccio di tipo Clld (sviluppo locale guidato dalle comunità), il fine è sensibilizzare a livello transfrontaliero le realtà dei due settori di intervento, accompagnandole nell’individuazione e nell’applicazione delle soluzioni innovative offerte dalla ricerca scientifica e tecnologica. Le imprese verranno affiancate dai partner e da esperti, che le accompagneranno sia nell’identificare i fabbisogni di innovazione emergenti, sia nello sviluppo dei singoli percorsi innovativi che saranno intrapresi>.

Robert Rakar, direttore della Camera per l’Economia della Primorska, da parte sua ha sottolineato <quanto sia fondamentale in una “regione” allargata come quella che vede coinvolti i nostri territori, collaborare per migliorare le produzioni agricole e ittiche in un ambito, quello del cibo, che sarà sempre più strategico e che solo facendo sistema ci permetterà di approcciare mercati più grandi. Parlare e trasferire le esperienze e i sistemi a disposizione è fondamentale per avviare assieme percorsi di innovazione

Dopo i vari step previsti il progetto porrà le basi per una concreta condivisione di proposte e soluzioni di innovazione da trasferire alle imprese dei settori pesca-acquacoltura e agricoltura, favorendo attorno ad esse la creazione di reti e aggregazioni transfrontaliere fra le stesse imprese e i soggetti operanti nella ricerca e nell’innovazione.

Finanziamento – Durata

  • Il Progetto, per complessivi 1,016 milioni di euro di investimento, si avvale  del contributo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale – Programma Interreg V-A Italia Slovenia.
  • Il progetto è stato avviato il 1.o luglio 2017. Le attività si svolgeranno fino al 31 dicembre 2019.

Principali obiettivi e attività del Progetto

  • Sensibilizzazione a livello transfrontaliero di imprese, associazioni, istituzioni scientifiche e della ricerca e le comunità locali legate alla pesca-acquacoltura e agricoltura, utilizzando un approccio di tipo Clld (sviluppo locale guidato dalle comunità) mediante incontri pubblici e seminari settoriali.
  • Accompagnamento delle imprese nell’individuazione e nell’applicazione delle soluzioni innovative offerte dalla ricerca scientifica e tecnologica, con attività di R2B, B2B ed auditing tecnologico.
  • Supporto alle imprese ad opera di partner ed esperti per sviluppare, sulla base dei fabbisogni di innovazione emergenti, percorsi innovativi personalizzati con attività di affiancamento ed azioni pilota.
  • Condivisione di proposte e soluzioni di innovazione da trasferire alle imprese dei settori pesca-acquacoltura e agricoltura, con la  redazione di un piano transfrontaliero dell’innovazione quale base per favorire la creazione di aggregazioni e reti transfrontaliere fra le imprese e i soggetti operanti nella ricerca e nell’innovazione.

Partner italiani

  • Aries – Azienda Speciale della Camera di Commercio Venezia Giulia (lead partner)
  • Area Science Park
  • Gruppo di Azione Locale GAL Carso – LAS Kras

Partner sloveni

  • Parco Tecnologico di Lubiana
  • Camera per l’’Economia della Primorska (Capodistria)
  • Istituto Nazionale di Biologia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pesca e agricoltura

13 Marzo 2018 | Di |

Varie azioni coordinate da Aries in marzo

Riparte il Gruppo di azione costiera Gac Fvg, con Aries capofila di un partenariato con Comuni dell’area costiera del Friuli Venezia Giulia, associazioni di categoria del comparto pesca, realtà della tutela ambientale e del turismo. La Regione, grazie a una rimodulazione dei fondi Feamp (Fondi comunitari dedicati al settore della pesca), finanzia con un ulteriore milione di euro azioni di importanza strategica sui territori di Duino-Aurisina, Grado e Marano Lagunare. Proprio in questi comuni nel corso degli ultimi mesi sono diventati operativi gli Sportelli territoriali, che permetteranno agli operatori della pesca e di attività ad essa connesse, di confrontarsi con il Gac Fvg in tema di proposte progettuali e finanziamenti. Dai confronti usciranno le linee guida che porteranno a primavera a nuovi bandi attivati dal Gac Fvg e dalla Regione e dedicati al finanziamento di progetti per lo studio e l’utilizzo di nuove specie marine, nonché a contributi per formazione e investimenti in attività turistiche connesse alla pesca.

Gac-Flag italiani: incontro a Trieste

Il Gac Fvg e l’Ente camerale, dal 19 al 21 marzo, saranno al centro dell’attività nazionale, grazie alla scelta da parte del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali di organizzare a Trieste il secondo incontro nazionale della rete dei Gac-Flag italiani. I direttori degli uffici UE, del Ministero e i rappresentanti degli oltre 40 Gac-Flag italiani si confronteranno sull’andamento delle azioni attuate nei territori, su progetti di comune interesse e avranno l’opportunità di visite e incontri nelle zone di azione del Gac Fvg.

Fishagrotech: al via le attività

Il 27 marzo, infine, sarà l’Innovazione il filo conduttore legato alla pesca e all’acquacoltura, insieme all’agricoltura, nel convegno previsto come azione del progetto transfrontaliero Fishagrotech, a valere sul finanziamento del programma Interreg Italia-Slovenia e che vede coinvolti oltre ad Aries, l’Area Science Park, il Gal Carso, il Parco tecnologico di Lubiana, l’istituto di Biologia Marina di Pirano, la Camera di Commercio della Primorska- Capodistria e come partner associato il Gal/Flag Las Istra.

Prodotto e territorio: i protagonisti di Olio Capitale

13 Marzo 2018 | Di |

12.000 visitatori, in crescita quelli da fuori Regione e professionali

La 12.a edizione di Olio Capitale che si è svolta dal 3 al 6 marzo, ha riconfermato Trieste punto di incontro e di confronto per l’Italia olivicola. Il Salone degli extravergini tipici e di qualità organizzato da Aries – Camera di Commercio Venezia Giulia con la collaborazione dell’Associazione Città dell’Olio ha mantenuto l’affluenza della scorsa edizione, con circa 12.000 visitatori tra pubblico generico e operatori professionali. È però aumentata la presenza sia di visitatori professionali che di visitatori provenienti da fuori regione, con una più consistente presenza dall’Austria e dal Veneto.

L’importanza di investire sulla qualità e il valore della territorialità sono stati al centro della manifestazione specie nei momenti di approfondimento. Sono state oltre 280 le presenze al giorno nella Scuola di Cucina che ha alternato showcooking proposti da top chef e da volti noti, grazie alla collaborazione della Fipe Trieste.

Torna Olio Capitale con un ricco programma di eventi

24 Febbraio 2018 | Di |

Dal 3 al 6 marzo a Trieste
Presentata la 12° edizione di Olio Capitale
222 produttori in fiera e 303 oli in Concorso
Mini-corsi di assaggio, showcooking nella Scuola di Cucina, approfondimenti settoriale

LINK AL PROGRAMMA COMPLETO

Un’edizione ricca di novità e nuove collaborazioni, oltre che di riconferme per le formule di maggior successo. È la dodicesima di Olio Capitale, il salone degli extravergini tipici e di qualità, che si svolgerà dal 3 al 6 marzo 2018 nella Sala Marittima di Trieste, grazie all’organizzazione di Aries, con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio.

“Anche quest’anno Olio Capitale sarà la casa comune dell’olio italiano, un luogo d’incontro dell’Italia olivicola, dove scoprire e degustare i migliori extra vergine d’oliva delle regioni produttrici. Ringrazio gli sponsor Despar Interspar Eurospar, Credit Agricole Friuladria e Consorzio di Tutela Vini del Collio che quest’anno ci hanno sostenuto per far crescere ancora l’evento” rileva Antonio Paoletti, presidente della Camera di Commercio Venezia Giulia.

Quest’anno l’olio nuovo da assaggiare nella quattro-giorni di Trieste giungerà da Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, per la prima volta dal Trentino Alto Adige, Umbria, Veneto, oltre che da Grecia e Croazia. “Olio Capitale è una delle bellissime manifestazioni di Trieste. La sede nella Stazione Marittima è molto amata, ma a breve potrà essere ospitata dalla suggestiva location di Porto Vecchio e diverrà ancor più spettacolare” commenta Roberto Dipiazza, Sindaco di Trieste.

Saranno 222 i produttori presenti in fiera, mentre sono ben 303 gli oli che si stanno contendendo il premio del Concorso Olio Capitale, più del 50 per cento non espositori con provenienza da Italia, Croazia, Slovenia, Grecia, Spagna e Portogallo.
Un numero vicinissimo al record di partecipazione per questo concorso che nei suoi dodici anni di vita è andato acquisendo sempre maggiore autorevolezza e riconoscibilità internazionale. “La nostra Associazione è da sempre vicina a questa manifestazione –conferma Antonio Ghersinic, in rappresentanza dell’Associazione Città dell’Olio -. Creare questa fiera a Trieste dodici anni fa, è stata una scommessa, ma i dati oggi ci confermano che è stata vincente”. “La qualità è l’elemento fondante che ci permette di rimanere l’unica fiera incentrata unicamente sull’extravergine d’oliva, con successo di pubblico e un numero significativo di espositori provenienti da tutta Italia – spiega Patrizia Andolfatto, direttore di Aries-. Gli espositori sono il cuore della manifestazione, sia per questa fiera che per TriestEspresso Expo che ci sarà questo autunno, ma vi sono tante iniziative che le completano. Fra queste i focus settoriali, che in questi anni di avvicinamento al 2020, quando Trieste sarà Città della Scienza, saranno dedicati proprio alla scienza”.

Ed è sul Concorso Olio Capitale che convergono varie novità di questa edizione, con la proclamazione dei vincitori del Concorso all’inaugurazione, e non più alla conclusione della Fiera, e la nuova menzione speciale “Crédit Agricole FriulAdria” per il migliore olio del Nord Est, spiega Emanuela Bagattin direttore territoriale dell’istituto bancario.

Confermata, ma ancor più allettante quest’anno, la Scuola di Cucina, guidata da Emanuele Scarello, chef 2 stelle Michelin, e realizzata anche grazie alla collaborazione della FIPE Trieste che quest’hanno ha voluto invitare anche barman e pasticceri per proporre cocktail e dolci in abbinamento all’extravergine rileva Bruno Vesnaver, presidente Fipe Trieste. Tanti gli chef e i volti noti, da Fabrizio Nonis-El Beker alla blogger Angela Maci, che si alterneranno offrendo i propri suggerimenti sui migliori abbinamenti oli-pietanze e che condivideranno una propria ricetta con il pubblico. Una ricetta non solo da guardare, ma anche da assaggiare. E da gustare in abbinamento a un calice di vino del Consorzio di Tutela del Collio, conferma Robert Princic presidente del Consorzio. Despar entrerà nella Cucina di Olio Capitale con i laboratori “Sapori del Nostro Territorio” per esaltare, anche grazie all’olio, i prodotti locali ha chiarito Fabio Donà, Direttore Marketing Despar Triveneto ed Emilia Romagna.

La promozione della cultura dell’extravergine passerà anche quest’anno attraverso l’Oil Bar, il bar degli oli dove accomodarsi al banco e poter scegliere tra le centinaia di etichette esposte in fiera. Ogni giorno con orario continuato, garantirà ai visitatori, dai più̀ ai meno esperti, di poter approfittare di degustazioni guidate di tutti gli oli presenti in fiera, grazie alle spiegazioni di esperti assaggiatori dell’Organizzazione Laboratori Esperti e Assaggiatori (OLEA).

E poi i momenti di approfondimento: dal quinto Forum della Commanderie des Cordons Bleus de France Italia dedicato all’extravergine d’oliva, al convegno inaugurale che guarderà all’olio con occhio scientifico affrontando il tema La scienza e il valore del paesaggio olivicolo, e ancora l’incontro su Fake news e cibo: il caso dell’extravergine d’oliva, ideato per i giornalisti ma aperto anche al grande pubblico.

IL PROGRAMMA COMPLETO

Aries e Porto di Trieste assieme alle imprese a Fruit logistica 2018

5 Febbraio 2018 | Di |

Aries coordina lo stand del sistema logistico portuale alla fiera Fruit logistica 2018, la più importante rassegna dedicata alla logistica nel settore ortofrutta in Europa che si svolgerà a Berlino dal 7 al 9 febbraio.
La presenza è promossa dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale e include gli operatori del territorio attivi in questo settore: Samer & Co. Shipping, Frigomar, Terminal Frutta Trieste (Tft), Trimar, Interoporto di Trieste – Fernetti e Sdag Gorizia. È la settima partecipazione consecutiva coordinata da Aries a questa importante rassegna fieristica, giunta alla sua 26.a edizione, con 3.000 espositori da 84 Paesi e oltre 75.000 visitatori. Lo stand è collocato nel padiglione 4.2-A09, sotto lo slogan “Port of Trieste- Your Smart choice for Cool Logistics”.

VENEZIA GIULIA, EUROPA lavori in corso

5 Febbraio 2018 | Di |

PROGRAMMA: Interreg V Italia Slovenia 2014-2020
PROGETTO: FISH-AGRO TECH CBC
CAPOFILA: Aries
Accompagnamento delle imprese della pesca-acquacoltura e agricoltura nei loro percorsi di innovazione, favorendo la nascita di aggregazioni transfrontaliere.

PROGRAMMA: Interreg V Italia Slovenia 2014-2020
PROGETTO: NUVOLAK 2
PARTNER: Aries
Potenziamento della piattaforma Mikrobiz.net con creazione e diffusione di opportunità per le imprese, sostenendone la competitività con innovazioni di marketing e di prodotto.

PROGRAMMA: Interreg V-A Italia-Austria-Bando 2017
PROGETTO: SCET-NET Senza Confini Education and Training Network
PARTNER PROGETTUALE: Aries
Cooperazione istituzionale per l’armonizzazione di normative in materia di formazione, per l’avvio di percorsi di scambio transfrontalieri per giovani dai 16 anni in su e il riconoscimento delle competenze acquisite.