Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Aries Archivi - Pagina 2 di 4 - Venezia Giulia Economica

A “Medica”, Düsseldorf, le eccellenze del FVG

21 Dicembre 2018 | Di |

Aries ha coordinato lo stand congiunto Friuli Venezia Giulia-Smart Health Region

Si è svolta a Düsseldorf “Medica”, la più importante rassegna del settore medico, salute e ospedaliero in Europa. All’edizione 2018 della rassegna fieristica dedicata alla digitalizzazione nella salute e nella medicina erano presenti oltre 5.000 espositori provenienti da 70 Paesi, distribuiti nei 18 padiglioni.

La Camera di Commercio Venezia Giulia attraverso Aries ha coordinato uno stand congiunto Friuli Venezia Giulia-Smart Health Region, dove oltre alla presenza dell’Ente camerale ci sono il cluster di riferimento regionale CBM Smart Health Cluster, la rete di imprese BioHighTech Net che accomuna oltre 35 imprese regionali, e Pmi come Servernet (punto di eccellenza per il middleware medicale, che ha presentato a Medica il prodotto One source, che permette l’efficientamento delle sale operatorie orientato all’intelligenza artificiale, con i suoi sistemi Ai Ready) e Logic (che offre soluzioni e supporto ai servizi di ingegneria clinica alle aziende di Glibal service, e nella distribuzione e manutenzione di prodotti e apparecchiature biomedicali).

Oltre alla promozione del cluster, delle competenze e della specializzazione delle singole imprese, la presenza congiunta a Medica ha inteso promuovere Esof 2020 – Trieste città europea della scienza 2020, e le rassegne previste a Trieste per il 2019 del MeetinItaly (Meeting annuale internazionale dedicato al settore Lifescience) e il salone Eurobiohightech 2018 organizzato a Trieste nel mese di settembre da Aries Venezia Giulia, BioHighTec Net, CBM – Cluster Regionale “Smart Health” e Confindustria Venezia Giulia e dedicato al settore biomedicale.

CBM – Cluster Regionale “Smart Health” ha realizzato una serie di incontri per rinforzare ad avviare contatti con cluster distretti associazioni del settore medicale e biomedicale di tutto il mondo, in particolare con la Baviera con cui sono già avviati rapporti istituzionali e operativi, Austria e Paesi dell’Europa centro orientale presenti alla rassegna di Düsseldrof.

Con Aries i corsisti dell’ITS della A. Volta a “Medica” per una esperienza in diretta

21 Dicembre 2018 | Di |

Viaggio-studio per i futuri Tecnici per la gestione della manutenzione di Apparecchiature Biomedicali e Diagnostica per Immagini

A completare l’azione di sistema del settore del territorio, Aries nell’ambito delle attività che svolge per la Cciaa Venezia Giulia sul progetto “Orientamento e formazione”, ha messo a disposizione un co-finanziamento per la realizzazione di un viaggio-studio dedicato ai corsisti ITS della Fondazione per le Nuove Tecnologie della Vita A. Volta di Trieste, di cui è Socio Fondatore.

Il supporto si configura come una compartecipazione alle azioni di “orientamento e
approfondimento del mercato attraverso partecipazione a fiere internazionali” per gli studenti del percorso biennale post-diploma ITS “Tecnico per la gestione della manutenzione di Apparecchiature Biomedicali e Diagnostica per Immagini – TAB” della Fondazione per le Nuove Tecnologie della Vita A. Volta di Trieste. In aggiunta al sostegno finanziario, Aries organizza nell’ambito del salone tedesco un programma di visite per i corsisti corredato da incontri con le imprese e realtà aderenti alla collettiva Venezia Giulia; visite presso negli stand con collettive di imprese internazionali; incontri con cluster e altre imprese del Friuli Venezia Giulia e italiane presenti in forma autonoma alla fiera Medica, nonché incontri con soggetti formativi tedeschi per eventuali forme di collaborazione.

La partecipazione si rileva di estremo interesse per i corsisti tenendo in considerazione che la fiera Medica rappresenta la principale esposizione del settore biomedicale e permetterà ai corsisti TAB di entrare in contatto con le più importanti realtà industriali che propongono una scelta straordinaria di innovazioni a livello mondiale garantendo loro un’ampia formazione sulle aziende che potranno, un giorno, divenire il loro contesto lavorativo.

SYAT porta a Grado l’innovazione nella nautica

21 Dicembre 2018 | Di |

Soluzioni tecnologiche innovative, progetti di ricerca e sviluppo, approfondimenti tecnici e interessanti opportunità commerciali. Il tutto declinato al settore nautico. Sta crescendo, edizione dopo edizione, SYAT – Ship&Yacht Advanced Technology, l’evento organizzato da Aries e mareFVG – Maritime Technology Cluster del Friuli Venezia Giulia, che quest’anno è stato ospitato nel Palazzo regionale dei congressi di Grado. Realizzato con il patrocinio del Comune di Grado, con il sostegno di Azienda speciale Zona Franca Gorizia, Crédit Agricole FriulAdria, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Camera di Commercio Venezia Giulia, SYAT ha coinvolto una quarantina di imprese – alcune anche dell’Est Europa – e responsabili di importanti realtà di settore: cantieri navali e nautici, prime contractor, armatori, porti, studi di progettazione, key player di rilievo internazionale. Molte le proposte fortemente innovative presentate nel corso del salone: un mezzo meccanico anfibio radiocomandato per il trasporto, l’alaggio e il varo di moto d’acqua e natanti da diporto, sistemi per le manovre di attracco e partenza nei porti, un impianto di sollevamento elettrico per chiglie telescopiche di barche a vela, un materiale termoplastico per cover di motori marini e un’imbarcazione equipaggiata con propulsione ibrido-elettrica in grado di abbattere totalmente le emissioni inquinanti e i rumori. Finanziato con fondi europei, quest’ultimo progetto, denominato “Zelag” (Zero emission navigation laguna di Grado), è stato realizzato dalla sezione di Ingegneria Navale dell’Università di Trieste, in collaborazione con il Cantiere Alto Adriatico Custom e la Friulinossidabili.

Con la sua formula vincente SYAT sta rafforzando la conoscenza tra le importanti realtà industriali del nostro territorio e la miriade di Pmi in grado di presentare prodotti e servizi sempre più innovativi. Player importanti come Fincantieri, Montecarlo Yachts, Wärtsilä, la rete delle marine FVG, cantieri più piccoli ma specializzati nel “refit” di imbarcazioni in legno e di superyacht si sono confrontati sui processi di innovazione ritenuti oggi imprescindibili. Momenti di incontro tra fabbisogni e soluzioni che vengono costantemente favoriti dal Cluster mareFVG e dalla Camera di Commercio Venezia Giulia.

Olio EVO, consumi in crescita

21 Dicembre 2018 | Di |

Il consumo dell’olio d’oliva extravergine d’oliva (EVO) in tutto il mondo sta crescendo a ritmi vertiginosi. Negli ultimi 25 anni il suo utilizzo è aumentato di quasi il 49% cambiando la dieta dei cittadini in molti Paesi, dal Giappone al Brasile, dalla Russia agli Stati Uniti, dalla Gran Bretagna alla Germania, sulla scia del successo della Dieta Mediterranea dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Secondo il Consiglio Oleicolo Internazionale (Coi) nel 2017, a livello planetario, sono stati consumati 2,95 miliardi di chili, la metà dei quali nei Paesi dell’Unione Europea con la vetta della classifica conquistata dall’Italia con 557 milioni di chili, seguita dalla Spagna con 470 milioni di chili. Ma al terzo posto di questa classifica, un po’ a sorpresa, sono entrati prepotentemente anche gli Stati Uniti con un consumo di ben 315 milioni di chili quasi triplicati (+174%) rispetto a 25 anni fa.

A sostenere la domanda mondiale sono certamente gli effetti positivi sulla salute associati al consumo di olio di oliva provati da numerosi studi scientifici che hanno fatto impennare le richieste di quel segmento di popolazione che nel mondo è attento alla qualità della propria alimentazione, ma anche la passione per questo prodotto che sta conquistando industriali, manager e anche star dello spettacolo e dello sport. Un mondo sempre più eterogeneo che, puntualmente anche quest’anno, si darà appuntamento a Trieste per Olio Capitale in programma dal 15 al 18 marzo alla Stazione Marittima.

Il Salone degli extravergini tipici e di qualità – organizzato, come sempre, da Aries in collaborazione dell’Associazione Città dell’Olio – nelle ultime due edizioni ha superato l’affluenza di 12 mila visitatori tra pubblico generico e operatori professionali. È aumentata, invece, la presenza sia di visitatori professionali che di visitatori provenienti da fuori regione. Nei suoi primi 12 anni di vita Olio Capitale ha portato, infatti, a Trieste produttori e amanti dell’olio d’oliva da ben 53 Paesi diversi. Durante la manifestazione si possono conoscere direttamente i produttori e comprare l’olio più adatto fra centinaia di proposte; si può imparare dagli esperti come assaporare e scegliere un buon prodotto; seguire i mini corsi d’assaggio e partecipare alla giuria che premierà gli oli migliori; trovare nuovi fornitori grazie al supporto della Segreteria Buyer. E l’edizione 2019 di Olio Capitale vede quale sponsor Despar, Interspar ed Eurospar e ha in serbo tante altre sorprese che nelle prossime settimane saranno presentate sul sito dell’evento www.oliocapitale.it.

Brindisi a imprese e territorio a palazzo de Bassa a Gorizia

21 Dicembre 2018 | Di |

Presenti molte autorità e i rappresentanti di categoria dei comparti economici e sociali impegnati nelle sfide quotidiane

Un augurio alla Venezia Giulia e al suo futuro economico e sociale. Questo il tema conduttore dell’incontro a Palazzo de Bassa di Gorizia, in occasione dello scambio degli auguri con le autorità e le categorie economiche organizzato dalla Camera di Commercio Venezia Giulia. Un momento particolarmente sentito e partecipato a cui hanno preso parte rappresentanti delle istituzioni, dell’economia e della società civile. A portare il saluto dell’Ente camerale il presidente Antonio Paoletti, il vice Gianluca Madriz e il segretario generale Pierluigi Medeot, mentre per la città di Gorizia sono intevenuti il sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna e il Prefetto, Massimo Marchesiello.

Il presidente Paoletti ha rilevato quanto il lavoro svolto negli ultimi due anni sia riuscito a creare “quella sintonia necessaria tra la Cciaa Vg e le istituzioni del territorio della Venezia Giulia per creare una forte collaborazione funzionale alla crescita coordinata e in rete di infrastrutture e imprese”. Dello stesso avviso il vice presidente Gianluca Madriz che ha rilevato e sostenuto la bontà della scelta di accorpare le due Camere di Commercio di Trieste e Gorizia con un dialogo in tal senso “avviato già nell’ormai lontano 2013, proprio per l’omogeneità geo-economica che ha sempre contraddistinto queste terre”.

Una “macchina” quella della Cciaa Vg messa punto nel suo funzionamento dal segretario generale Pierluigi Medeot e “che ormai – sono le sue parole – ha iniziato a esprimere le proprie potenzialità in modo coordinato, dopo un percorso organizzativo che consente ora di garantire maggiori servizi da parte di tutto il Sistema Cciaa Vg, che comprende anche le aziende speciali e l’azienda in house Aries”.

“La condivisione dei percorsi da completare e intraprendere è a 360 gradi”. Non ha avuto dubbi il sindaco Rodolfo Ziberna, nel sottolineare nel proprio indirizzo di saluto anche “l’intesa e la condivisione degli obiettivi tra il Municipio e l’Ente camerale, nella tutela degli interessi delle imprese e dei cittadini, di un territorio esteso che ha incredibili potenzialità”.

A garantire il massimo supporto per quanto di competenza, il Prefetto di Gorizia, Massimo Marchesiello, convinto con piacere di far parte “di una squadra che lavora nell’interesse della comunità economica e sociale di riferimento”.

All’incontro hanno preso parte i rappresentanti delle associazioni di categoria economiche e sociali del territorio della Venezia Giulia e numerose autorità quali Diego Bernardis, Consigliere Regionale; Giacomo Borruso, Presidente Interporto di Trieste; Alessandro Carboni, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Gorizia; Annamaria Cisint, Sindaco di Monfalcone; Luigi Di Ruscio, Vice Questore di Gorizia; Ivan Guarino Vice Comandante dei Vigili del Fuoco di Gorizia; Nevenka Grdinic, Console Generale della Repubblica di Croazia a Trieste; Roberta De Martin, Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia; Andrea Missio, Comandante della Compagnia Carabinieri di Gorizia; Diego Moretti, Consigliere Regionale; Guido Germano Pettarin, Deputato; Gen. Vincenzo Procacci, Comandante della Legione dei Carabinieri Friuli Venezia Giulia; Col. Giovanni Sardella, Comandante del Nucleo di polizia tributaria di Gorizia; Emilio Sgarlata, Presidente Consorzio per lo Sviluppo del Polo Universitario di Gorizia; Cf (Cp)Maurizio Vitale, Comandante della Capitaneria di Porto di Monfalcone; Daniele Luis, Direttore Consorzio di Bonifica Pianura Isontina; Michela Cecotti, Presidente Isig; Robert Princic, Presidente Consorzio Collio; Roberto Felcaro, Sindaco di Cormons; Enrico Benella, Assessore Comune di Fogliano Redipuglia; Elisabetta Feresin, Sindaco di Mossa; Umberto Colombo, Sindaco di Moraro; Marta Bonessi, Assessore Comune di Ronchi dei Legionari; Marco Vittori, Sindaco di Sagrado; Claudio Deffendi, Sindaco di Villesse; Giuliano Grendene, Presidente Sdag.

TriestEspresso Expo: biglietti e info utili

25 Settembre 2018 | Di |

La fiera aperta dalle 10 alle 18 alle aziende e ai professionisti

A TriestEspresso Expo – aperto ogni giorno fino alle 18 – espongono importatori/crudisti, torrefattori, produttori di macchinari per la torrefazione e l’espresso, produttori di imballaggi, tazzine e del vasto merchandising connesso al mondo del caffè ma sono presenti anche case di spedizione, istituti bancari, assicurazioni, compagnie di navigazione, associazioni e stampa di settore. Per chi fosse interessato è possibile preregistrarsi e comprare il biglietto a prezzo ridotto alle casse all’arrivo (1 giorno 14 euro invece di 18 e 3 giorni 21 euro invece di 25). Basta compilare il form che si trova sul sito www.triestespresso.it. Successivamente l’organizzazione invierà tramite posta elettronica il coupon d’invito da stampare e presentare alle casse al momento dell’arrivo.

Per raggiungere facilmente TriestEspresso Expo è stato organizzato anche uno shuttle bus navetta circolare gratuito da/per Largo Città di Santos, che si trova vicino alla Stazione dei treni, accanto all’arco di ingresso al Porto vecchio. Per i visitatori e gli espositori della Fiera c’è anche un parcheggio convenzionato presso il Trieste Silos in piazza della Libertà, 9.

Mirabilia – European Network of Unesco Sites

25 Settembre 2018 | Di |

VII edizione della Borsa Internazionale del turismo culturale, Pavia, 26-27 ottobre 2018

Un evento B2B nel settore turistico riservato agli imprenditori del settore (tour operator, agenzie di viaggio, albergatori, agenzie di incoming, ecc.) operanti nei territori che possono vantare la candidatura o la titolarità di un sito materiale riconosciuto come bene patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e a 50 buyer (operatori incoming, decision manager, buyer luxury travel, ecc.) provenienti dai Paesi UE, USA, Giappone e Cina.

Per maggiori informazioni:
tel. 040 6701220/404
mail: promo@ariestrieste.it

Triestespresso campus, il cuore delle iniziative collaterali della fiera

25 Settembre 2018 | Di |

Sarà diviso in tre macro-aree tematiche: tostatura, estrazione e formazione

Sarà un punto d’incontro. Un ambiente informale per discutere e confrontarsi su nuove tendenze. Ma anche dove acquisire solide competenze settoriali e di taglio manageriale. E, ancora, un luogo dove passare dalla teoria alla pratica: grazie all’area dedicata alle micro-roastery e alle diverse tecnologie di tostatura, a quella dedicata all’innovazione e alla tecnologia bean to cup. È il TriestEspresso Campus- Business Innovation for Coffee, il cuore delle iniziative collaterali della nona edizione di TriestEspresso Expo. Fisicamente collocato nella Centrale Idrodinamica all’interno del complesso fieristico nel Porto Vecchio di Trieste, TriestEspresso Campus proporrà continuativamente durante i tre giorni di fiera appuntamenti formativi e divulgativi, curati da Umami Area e diretti dal caffesperto Andrej Godina. Sarà diviso in tre macro-aree tematiche, a partire da quella focalizzata sulla tostatura “Green2Roast”. Noi italiani, e non solo, ci concentriamo troppo sull’estrazione e poco sulla tostatura? Beh, ecco l’opportunità per rimettersi in pari! Attorno a una piccola tostatrice si svilupperanno approfondimenti, dimostrazioni pratiche e occasioni di pratica individuale. Una full immersion nel mondo della tostatura e delle sue infinite variabili e sfumature.

L’accoppiata estrazione-innovazione tecnologica sarà invece la protagonista dell’area “Bean2cup”. Sarà un luogo dove poter avvicinare e conoscere meglio questa specifica tecnologia, capirne i vantaggi diretti e in termini di promozione della cultura del caffè. Tutto, ovviamente, non solo da guardare, ma da toccare, testare e – soprattutto – gustare.

Lo spazio “Meet2Learn” è dedicato, infine, a brevi interventi formativi, da circa 45minuti, che saranno tenuti da autorevoli relatori. Ci sarà spazio per pillole formative dal taglio manageriale, con uno speciale focus sulla responsabilità sociale d’impresa. L’Unione europea ha emanato una direttiva che obbliga le grandi imprese a inserire in bilancio un indice di responsabilità sociale. In Italia la direttiva è stata recepita dal legislatore nel 2018 e coinvolge circa 500 grandi imprese dove si consumano decine di migliaia di caffè al giorno. L’obiettivo è quello di rispondere alle necessita dei cosiddetti “Csr manager”, i “Corporate social responsibility”, che in azienda si occupano di tutto ciò che concerne la gestione delle problematiche sociali e ambientali connesse al lavoro.

Il lavoro nelle piantagioni raccontato da un piccolo grande coltivatore honduregno

25 Settembre 2018 | Di |

In diretta la sua storia di duro lavoro e grande passione per produrre il miglior caffè

TriestEspresso Campus racconterà l’intera filiera del caffè con un focus particolare dedicato alla piantagione. Direttamente dall’Honduras arriverà a Trieste Francisco Villeda “Panchito”, un coltivatore protagonista degli eventi “Meet the farmer” che racconterà la sua storia di duro lavoro in piantagione, di grande passione e dedizione per produrre il migliore caffè. Dietro a una singola tazzina di caffè ci sono infatti mondi anche molto diversi fra loro. Tantissimi paesi produttori, una miriade di famiglie produttrici, piantagioni di poche piante attorno a una piccola casetta oppure estese migliaia di ettari, coltivazioni all’ombra e al sole, ma anche grandi industrie e le borse di Londra e New York… Insomma, mondi ricchi di storia, tradizioni, prodotti di alta qualità, ma anche tante storie fatte di estrema povertà, ingiustizia, analfabetizzazione ed emarginazione sociale.

“Panchito”, che sarà per la prima volta in Italia, è un piccolo produttore con alle spalle una storia drammatica. Adesso è socio di un’azienda che gestisce una piantagione in Honduras e si occupa di organizzare e coordinare tutte le attività necessarie nell’arco dell’anno. Anche quelle dei raccoglitori, un lavoro particolarmente duro che inizia alle 6 del mattino e va avanti fino alle 15 tra i filari delle piante. Il raccoglitore non fa altro che selezionare e raccogliere una per una le drupe mature. Un lavoratore esperto può raccogliere anche 40 kg di ciliegie mature al giorno. Un aspetto che non ci viene mai in mente quando sorseggiamo il nostro caffè al bar.

Servizi rete EEN per le PMI

25 Settembre 2018 | Di |

Se cerchi contatti con nuovi partner commerciali o progettuali all’estero, la rete Enterprise Europe Network mette al tuo servizio la piattaforma https://marketplace.friendeurope.it/it/, in cui puoi cercare direttamente le richieste/offerte di prodotti e servizi di tuo interesse, e puoi scaricare e compilare il tuo company profile, che Aries ti aiuterà a diffondere gratuitamente nella sezione cerco/offro della rete EEN, che coinvolge oltre 600 contact points in tutto il mondo, favorendo la possibilità di partnership commerciali.

Per informazioni:
Area Internazionalizzazione
040 6701335