Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Agenda Archivi - Venezia Giulia Economica

Quello che non sai sui servizi digitali

24 Maggio 2019 | Di |

Il 29 maggio due appuntamenti e una diretta Facebook

Grande successo per l’iniziativa della Camera di Commercio Venezia Giulia in programma il 29 maggio per accompagnare le imprese nel percorso di transizione verso strumenti digitali e farne apprezzare i relativi vantaggi economici e di tempo. Due gli appuntamenti gratuiti previsti a Trieste e Gorizia con le imprese del territorio per illustrare le principali novità sulle piattaforme di servizi digitali offerte dal sistema camerale.

L’utilizzo e l’applicazione delle ultime novità consentono all’imprenditore una maggiore indipendenza, libertà di movimento e semplicità nell’accesso ai servizi offerti on line dalle Camere di Commercio e più in generale della Pubblica Amministrazione, garantendo una semplice e gratuita interconnessione fra servizi e strumenti.

Infatti, gli strumenti di ultima generazione permettono ora di firmare digitalmente, verificare, archiviare e condividere documenti e pratiche da qualsiasi dispositivo, quindi anche direttamente dal proprio tablet o smartphone, senza quindi dover disporre di un PC.

Inoltre, il cassetto digitale dell’imprenditore – attraverso il quale l’imprenditore può accedere gratuitamente ai documenti ufficiali del Registro delle Imprese – viene ora arricchito dal Fascicolo d’impresa, il servizio che raccoglie atti e documenti presentati dall’impresa allo Sportello unico attività produttive (Suap), oltre che attestati emessi in Italia da alcuni Enti di Certificazione, mediante il quale le Pubbliche Amministrazioni possono consultare e verificare gli atti presenti senza dover necessariamente richiedere copia del documento all’impresa stessa.

Particolare attenzione sarà riservata agli strumenti che consentono l’accesso gratuito a tali servizi, quindi al nuovo Token wireless con firma digitale/identità digitale integrata che interagisce via bluetooth anche con dispositivi mobili (il cosiddetto Token evoluto) e allo Spid, il sistema pubblico di Identità Digitale.

A tal proposito verrà approfondito il valore giuridico dello Spid e la normativa vigente in tema di conservazione a norma dei documenti elettronici, anche con riferimento al loro valore probatorio.

Sia l’appuntamento di Gorizia (la mattina) che quello previsto a Trieste in programma dalle 14.30 alle 16.30 sono esauriti da tempo. Per venire incontro alle esigenze delle imprese si è organizzata per la giornata del 29 maggio dalle ore 14.30 alle ore 16.30 una diretta Facebook sulle pagine Trieste Cafe e Venezia Giulia Economica dell’evento.

Michele Bossi

L’ora di Leonardo da Vinci e le ore di Trieste: eccellenze negli orologi storici della città

24 Maggio 2019 | Di |

INCONTRO MARTEDÌ 28 MAGGIO, ALLE 17.30, NELLA SALA MAGGIORE

Spiccano nel paesaggio urbano, nelle città d’arte come nei piccoli paesini, gli antichi orologi da torre che connotano i campanili e gli edifici importanti; sono i simboli di un percorso secolare in cui la ricerca scientifica e lo sviluppo tecnologico si affiancano alla crescita culturale, economica e sociale.

Non tutti sanno che pure Leonardo da Vinci rivolse la sua intuizione inventiva agli strumenti per la misurazione del tempo, un’esigenza istintiva che il genere umano ha sempre avvertito. A incuriosire il genio del nostro Rinascimento era stato, inizialmente, lo straordinario astrario di Giovanni Dondi, conservato nella biblioteca ducale del castello Visconti di Pavia, che egli visitò durante i suoi spostamenti nel 1490.

Si deve a Leonardo in particolare l’invenzione dello “scappamento”, ossia di quel congegno semplice ma essenziale che regola ancor oggi con buona approssimazione la puntualità degli orologi meccanici. Capitalizzando questa intuizione e la successiva osmosi di esperienze fra le regioni alpine, dalla Foresta Nera al Tirolo, alla Stiria e fino alla Boemia, verso la fine del XVII secolo alcuni abili e intraprendenti artigiani di Pesariis, piccolo paesino montano dell’alta Carnia, avviarono una produzione di eccellenza. Vanno ricordati i Capellari, i Machin, ma soprattutto i Solari che nel 1725, all’inizio della loro dinastia, fondarono l’omonima impresa artigianale destinata poi a proseguire ininterrottamente l’attività lungo un percorso plurisecolare di innovazione, di continuo aggiornamento tecnologico, di penetrazione commerciale in Europa e nel mondo.

L’arte della Val Pesarina è presente a Trieste già nell’anno 1747 con l’installazione dell’orologio sulla Torre del Porto. Il manufatto è opera dei Capellari che, con Cristoforo, furono gli iniziatori della tra dizione orologiaia in quella che oggi viene chiamata La Valle del Tempo.

È dovuta però ai Solari la fabbricazione degli orologi di maggiore pregio storico della città: quello della Borsa (realizzato da Giacomo nel 1816), dell’ex Arsenale San Marco (installato da Antonio Solari), l’orologio della Torre del Municipio (1874) e quello della chiesa di San Giovanni (1876) prodotti da Giovanni Battista Solari. Ricerche d’archivio sono tuttora in corso per stabilire l’esatta paternità di altri manufatti, fra i quali l’orologio di Villa Necker. Questo tema avvincente sarà approfondito nella conferenza in programma martedì 28 maggio alle 17.30 nella Sala Maggiore della Camera di Commercio (piazza della Borsa 14), su iniziativa della sezione Scienza e tecnologia del Circolo della Cultura e delle Arti di Trieste, a cura del prof. Andrea Sgarro (dipartimento di Matematica e geoscienze del nostro ateneo).

Relazioni saranno svolte dal ricercatore Alceo Solari, appartenente all’ottava generazione della famiglia, da Giacomo Rupil – ideatore dell’orologio cinetico ad acqua posto nel 2009 all’ingresso dell’Area Science Park – e da Bruno Machin, esperto dei brevetti. Ingresso libero, sino a disponibilità di posti in sala.

Franco Rota

Cioccolato ed extravergine, una domenica da leccarsi i baffi

13 Marzo 2019 | Di |

L’extravergine e il cioccolato sono le “star” di domenica 17 marzo, giornata storicamente di grande affluenza ad Olio Capitale. Alle ore 10.30 e alle ore 11.30 sono previste due degustazioni sotto la magistrale supervisione di Giuseppe Faggiotto, il noto maestro cioccolatiere di Peratoner. Chi verrà ad Olio Capitale potrà degustare la crema spalmabile vegana di Peratoner, preparata in loco con olio extravergine d’oliva e nocciola, un tartufo “stellare” preparato sempre con l’evo di Parovel e altre sorprese. Infine la chicca dell’edizione 2019 della era: la degustazione dell’inedito cioccolatino “Olio Capitale”. Da sottolineare che il cioccolato di Giuseppe Faggiotto, oggi pasticcere e maitres chocolatiere conosciuto in tutta Italia e all’estero, è la sintesi di una attentissima selezione delle materie prime, di una lavorazione artigianale e, naturalmente, di una fantasia senza limiti.

Oltre ad essere l’ideatore e il promotore di ChocoFest, il festival del Cioccolato di Gradisca d’Isonzo, Faggiotto ha partecipato negli anni a numerose trasmissioni televisive come Sereno Variabile su Rai Due e Gusto di Canale 5 e continua a prestare, regolarmente la sua collaborazione per insegnare ai ragazzi delle scuole alberghiere professionali di Friuli Venezia Giulia e Veneto. Le collaborazioni di Faggiotto comprendono stilisti famosi come Ferragamo, Fendi, Sam Baron per Sisley. Collabora con The Cube a Milano, ristorante temporaneo affacciato su Piazza del Duomo, in cui i manicaretti preparati dai migliori chef europei vengono affiancati dalle praline Peratoner. Partecipa a Vinitaly con le Cantine Tomasella e organizza eventi con la famiglia Marzotto e con Franca Coin per Venice Foundation. Nel 2012 Faggiotto ha acquisito lo storico Caffè degli Specchi di Trieste.

Frantoio strategico per la qualità dell’Olio Evo

13 Marzo 2019 | Di |

La varietà, la zona di coltivazione, le tecniche agronomiche e le modalità di raccolta delle olive sono fondamentali per la qualità di un olio extravergine d’oliva. Nel suo processo di produzione conta molto anche il ruolo del frantoio e del frantoiano. Dalle stesse olive si possono infatti ottenere oli molto diversi. La tipologia di lavorazione incide, infatti, in modo determinante sulle caratteristiche dell’extravergine, che – a parità di qualità – può risultare più o meno fruttato, più o meno piccante, più dolce o più amaro. Passaggi chiave sono la frangitura delle olive (il procedimento che trasforma le olive in una pasta omogenea), la gramolazione e la modalità di estrazione dell’olio. Il frantoiano deve possedere quindi molteplici competenze.

Questi i temi che saranno toccati durante il convegno “Il ruolo del frantoio nella qualità dell’olio” in programma sabato 16 marzo alle ore 14 che gode del patrocinio dell’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio. Un evento tecnico rivolto a frantoiani, olivicoltori e consumatori per fare il punto sulle tecniche di lavorazione delle olive adottate nei frantoi e su come esse finiscano per incidere sulla qualità finale dell’oro verde. Tre gli interventi in scaletta. L’agronomo Paolo Parmegiani parlerà della “Realtà dei frantoi nell’Alto Adriatico fra Italia, Slovenia e Croazia”, Lanfranco Conte, già professore di Chimica degli Alimenti all’Università di Udine, si soffermerà sui “Parametri di qualità regolamentati e non negli oli vergini di oliva”, mentre Maurizio Servili, professore ordinario di Scienze e Tecnologia Alimentari all’Università di Perugia, affronterà il tema “Innovazione di processo e qualità del prodotto”. Argomenti che successivamente saranno dibattuti con i partecipanti al convegno.

17 gennaio 2019 – Incontro MEDIAZIONE E GIURISDIZIONE

21 Dicembre 2018 | Di |

         

invitano Magistrati civili e contabili, Avvocati, Mediatori, Professionisti interessati, Istituti bancari e assicurativi, Enti pubblici locali e Amministrazioni periferiche dello Stato a partecipare all’incontro

MEDIAZIONE E GIURISDIZIONE
che si terrà giovedì 17 gennaio 2019
ore 14.30 – 18.30
nella Sala Maggiore della sede camerale di Trieste
Piazza Borsa,14

INDIRIZZI DI SALUTO
comm. Antonio Paoletti
Presidente Camera di Commercio Venezia Giulia
dott. Piervalerio Reinotti
Presidente Tribunale di Trieste
dott. Andrea Zuliani
Magistrato formatore della struttura decentrata della S.S.M.

RELAZIONI
Introduce e modera prof. Chiara Giovannucci Orlandi
Mediazione e processo: questioni di diritto ancora aperte e pratica dell’invio per ordine del giudice
dott. Alessandro Ghelardini
Giudice Tribunale di Firenze
Prassi innovative: dalla sperimentazione ai risultati
prof. Paola Lucarelli
Università di Firenze
Mediazione oggi: stato dell’arte e prospettive future
prof. Chiara Giovannucci Orlandi
Alma Mater Studiorum – Università di Bologna

INTERVENTI PROGRAMMATI
prof. avv. Alfredo Antonini
Mediatore presso la Cciaa Venezia Giulia
dott. Paolo Simeon
Presidente Sezione Giurisdizionale Corte dei Conti del FVG
dott. Arturo Picciotto
Presidente Sezione Civile del Tribunale di Trieste

DIBATTITO E CONCLUSIONI
L’adesione è gratuita ma per motivi organizzativi è necessario inviare entro il 14 gennaio p.v. un’email a mediazione@vg.camcom.it

Per iscrizioni Magistrati: sito www.scuolamagistratura.it

L’incontro costituisce attuazione del dovere di aggiornamento professionale dell’avvocato (art.13 codice deontologico forense) ed è stata chiesta l’attribuzione di 4 crediti formativi agli Ordini degli Avvocati di Trieste e di Gorizia.

Il Consorzio Collio presente a Barcolana 50

11 Ottobre 2018 | Di |

Anche il Consorzio di Tutela Vini Collio sarà tra i protagonisti della cinquantesima edizione della Barcolana, la storica regata in programma a Trieste con numerose iniziative fino al 14 ottobre.

Fino al 14 ottobre, sulle Rive, è allestito uno stand che ha in mescita vini dei produttori del Collio dove tutti possono assaggiare vini autoctoni, Friulano, Ribolla e Malvasia e internazionali come Pinot grigio, Sauvignon, Pinot bianco e Collio Bianco. Poter accompagnare le eccellenze del Collio allo scenario delle rive triestine tra il mare e Piazza Unità diventa un’esperienza in grado di arricchire tutti i presenti.

Il Consorzio Vini Collio è stato presente in occasione della serata Barcolana Chef, l’appuntamento del 10 ottobre in cui nove chef stellati hanno preparato per la città e per gli ospiti della regata piatti ispirati al tema dell’acqua in uno show cooking aperto al pubblico nella suggestiva cornice di Piazza dell’Unità d’Italia. La serata è stata animata da un’asta di beneficienza condotta dallo chef Fabrizio Nonis, dove sono state messe in palio, tra i tanti prodotti all’asta, anche due bottiglie magnum fornite dal Consorzio. I proventi andranno tutti all’Ospedale infantile Burgo Garofalo di Trieste.

Domani, venerdì 12 ottobre, in occasione della Prima edizione della Venezia Giulia Collio Cup il Consorzio omaggerà gli sfidanti della gara offrendo loro alcune bottiglie dei vini del Collio portando sul mare il nome del Collio legandolo alla Barcolana e a Trieste.

Ma non solo, fino al 14 ottobre il Consorzio sarà presente al Salone degli Incanti dove sarà allestito uno spazio dedicato ai vini del Collio all’interno della Vip Lounge e infine i prodotti del Consorzio potranno essere degustati presso uno stand allestito all’interno del Villaggio della Barcolana, di fronte al Palazzo della Regione, proposti in abbinamento ad alcuni prodotti gastronomici tipici del territorio.

Una presenza importante, quella del Consorzio Collio alla Barcolana del 2018, che conferma l’impegno e la volontà del Consorzio di far conoscere non solo i propri vini, ma di unire i propri prodotti a tutte le eccellenze della Regione.

Alternanza scuola lavoro: successo del Salone. Iniziativa apprezzata dagli studenti coinvolti.

24 Aprile 2018 | Di |

Più di 1.000 ragazzi e ragazze di licei, istituti tecnici, professionali e privati di formazione.

Il 21 e 22 marzo si è tenuto nella Stazione Marittima “Magazzino 42” di Trieste il Salone dell’Alternanza Scuola Lavoro e delle Professioni. L’evento era rivolto agli studenti delle classi quinte delle scuole secondarie di secondo grado, promosso dalla Camera di Commercio Venezia Giulia e realizzato da Aries in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale. Al Salone hanno partecipato più di 1.000 studenti dei licei, degli istituti tecnici e professionali e di altri istituti privati di formazione che hanno avuto l’opportunità di visitare 30 stand e di incontrare più di 80 professionisti in rappresentanza di Enti (Regione, Comune e Unioncamere), imprese (Associazioni di categoria), ordini e collegi professionali, Università, Azienda sanitaria, Istituti Tecnici Superiori (Its) e di Formazione Tecni­ca Superiore (Ifts), Forze Armate, Protezione civile, che hanno fornito tutte le informazioni richieste sulle diver­se opportunità di orientamento e di lavoro.

Particolarmente soddisfatti i ragazzi che hanno avuto l’opportunità di partecipare a 3 workshop informati­vi (curriculum e colloquio di lavoro, le professioni più richieste, l’idea imprenditoriale vincente) e a 3 work­shop settoriali (blue economy, biomedicale, caffè) or­ganizzati per delineare i profili professionali che saran­no richiesti sul futuro mercato del lavoro, con il consueto obiettivo quindi di mettere in contatto i giovani con la realtà lavorativa, attraverso il confronto con i principali soggetti del territorio.

Per Gaia Valentini del Liceo scientifico “G. Galilei” <l’alternanza scuola-lavoro è un’esperienza molto im­portante per noi giovani, perchè ci dà la possibilità di entrare in contatto con il mondo del lavoro il qua­le, altrimenti, sarebbe sconosciuto soprattutto per chi frequenta istituti in cui non sono previsti dei tirocini. L’opportunità offerta dal Salone è stata altrettanto utile poichè ha aiutato molti di noi a orientarci o addirittura a scegliere, il nostro percorso futuro; abbiamo avuto una panoramica di molte opzioni e ciò è stato propedeutico alla nostra scelta>.

Anche per Giacomo Ruzzier, studente dell’Istituto tecnico “da Vinci – de Sandrinelli – Carli” <partecipare al Salone è stato molto positivo soprattutto perché dava non solo la possibilità allo studente di confrontarsi di­rettamente con i settori relativi ai suoi corsi di studio, ma anche di entrare in contatto con altre realtà lavora­tive che con una conoscenza più dettagliata potrebbero risultare interessanti>.

A questo punto appuntamento al prossimo anno.

Cristiana Basile

 

Notizie da Registro delle Imprese e Ufficio Ambiente

13 Marzo 2018 | Di |

Comunicazione annuale
Registro Pile

I produttori di pile e accumulatori iscritti ai Registri nazionali devono presentare la comunicazione annuale delle quantità di prodotto immesse sul mercato nel 2016. Le imprese dovranno accedere, con firma digitale, alla scrivania telematica, raggiungibile, come negli anni passati, dal sito www.registropile.it La scadenza per la presentazione è il 31 marzo 2017.

I produttori potranno comunicare i dati relativi ai soli prodotti per i quali sono iscritti ai rispettivi registri. La comunicazione va presentata, con valore pari a 0, anche laddove il produttore non abbia immesso alcuna quantità nel 2016. La compilazione è assistita da funzioni di aiuto specifiche per ogni pagina. Non è previsto un diritto di segreteria e la Camera di Commercio non è chiamata a svolgere alcuna verifica.

Scheda Sistri

La legge 205/2018 (legge di bilancio) prevede la proroga a fine 2018 del periodo transitorio (previsto dal D.L. 101/2013) in cui continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi di cui agli articoli 188, 189, 190 e 193 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, nel testo previgente alle modifiche apportate dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205, nonchè le relative sanzioni. Durante questo periodo non si applicano le sanzioni per mancata o errata tenuta del registro cronologico o della scheda Sistri. In sostanza, quindi, si applica ancora il cosiddetto doppio binario che prevede la tenuta dei registri in modalità cartacea e, per gli obbligati, anche con il sistema informatico. Rimangono immutate quindi le attività delle Camere e delle Sezioni Regionali che continueranno a rilasciare alle imprese i dispositivi trasmessi da Sistri.

Presentazione MUD

Si ricorda che non vi sono modifiche, rispetto al 2017, per quanto riguarda i soggetti tenuti alla presentazione del MUD, le informazioni da comunicare, i diritti di segreteria e la modalità di presentazione. La scadenza per la presentazione è fissata al 30 aprile 2018. Come di consueto, nel corso della prima metà del mese di aprile sono previsti gli appuntamenti presso le sedi di Trieste (12 aprile), Gorizia (10 aprile) e Pordenone (11 aprile) per illustrare tutte le novità. Gli orari saranno a breve disponibili sul sito web camerale.

Importi diritto annuale 2018

Invariati per il 2018 gli importi del diritto annuale dovuto dalle imprese rispetto l’anno 2017. Si ricorda che le imprese che hanno omesso o hanno versato parzialmente il diritto 2017 hanno la possibilità di effettuare il versamento tardivo utilizzando il ravvedimento operoso per poter usufruire di sanzioni ridotte rispetto quelle ordinarie.

Per ulteriori informazioni scrivere a:

registro.imprese@vg.camcom.it

ambiente@vg.camcom.it

APPUNTAMENTI FEBBRAIO

5 Febbraio 2018 | Di |

7 febbraio ore 14.00

OT24 INAIL: STRUMENTO DI RISPARMIO PER CHI INVESTE IN SICUREZZA
SALA MAGGIORE – SEDE DI TRIESTE
Giornata informativa sul contenuto e sulle modalità di corretta compilazione delle richieste di sconto premiale (Modulo OT24 2018), organizzata dalla Direzione regionale Inail Fvg.

19 febbraio ore 10.00

IL PORTALE DEI PREZZI: NUOVO SERVIZIO CAMERALE
SALA RITTER – SEDE GORIZIA
La Camera di Commercio Venezia Giulia presenterà i nuovi servizi per le imprese: Energia Pmi, il portale che mette a confronto i prezzi e le condizioni applicate nei contratti di fornitura di energia elettrica, e l’aggiornamento 2017 del Tasp (Tariffe Servizi Pubblici), la piattaforma telematica grazie alla quale un’impresa può calcolare la spesa per il servizio di igiene urbana nel proprio Comune.

Informazioni e iscrizioni: promozione@vg.camcom.it

Dal 1° febbraio

È ATTIVO L’UFFICIO DISTACCATO DI CONCILIAZIONE DELLA CCIAA VG
PALAZZO DI GIUSTIZIA DI TRIESTE FORO ULPIANO, 1, TERZO PIANO STANZA 387
(ORARIO 8.30 – 12.30)